Confusione mattutina

18 marzo 2005

Confusione mattutina




13 marzo 2005

Confusione mattutina

E. F. ho scritto 1o e più giorni fà, non ho avuto alcuna risposta. Ho 74 anni, sono, nei giorni in cui mi sento bene, fattivo e pieno di volontà. Ho coltivato alcuni hobbi anche impegnativi, e nei giorni buoni li pratico tutt'ora. Certo senza sottopormi a sforzi fisici eccezionali. Attualmente per mitigare la pressione che risulta i7o/85/9o il medico mi fa assumere una compressa di VERAPAMIL 12o in piu'una cardioapirina da 100 mg. Alla sera prima di coricarmi una compressa di ANSEREN da 15 Tengo ha precisare che sono diventeto negli ultimi mesi un pò depresso. La mia richiesta, alla quale il medico di base ed ancche un neurologo interpellato non mi hanno saputo precisare il perchè al mattino verso le 9 o le9, 3o, anche se faccio colazione normalmente, mi sento come leggermente ubriaco con una certa difficoltà nel camminare spedito. Tutto ciò rimanendo lucido e coerente(lavoro ancora in un ufficio) Questo fastidio mi urta e mi debilita non poco. Cordialmente ringraziando E. F.

Risposta del 17 marzo 2005

Risposta a cura di:
Dott. MARCO TRUCCO


Difficile dare una risposta a distanza; bisognerebbe sapere quanto dura nel tempo tale disturbo. Sono possibili oscillazioni della glicemia (anche se fa colazione) e/o della pressione arteriosa (in trattamento). Sarebbe opportuno, se il disturbo si ripete, indagare il metabolismo glucidico mediante un profilo glicemico giornaliero e l'andamento della pressione mediante un esame Holter-PA.

Dott. Marco Trucco
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Neurofisiopatologia
Specialista in Neurologia
PIETRA LIGURE (SV)

Risposta del 18 marzo 2005

Risposta a cura di:
Dott. NUNZIO PECI


Opportuna visita neurologica per prescrizione indagini diagnostiche appropriate onde valutare esistenza insufficienza cerebrovascolare e causa

Dott. Nunzio Peci
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Neurologia
PATERNO' (CT)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa