Consiglio

07 marzo 2006

Consiglio




02 marzo 2006

Consiglio

Gentilissimo dottore, Vorrei solo PorLe una domanda. C'è un caro amico che sta morendo ed è alla fase terminale. Lo vado a trovare all'hospital tutti i giorni ed ha la macchinetta che inietta la morfina. Sa esattamente che è alla fine ma è molto lucido e desidera che io vada tutti i giorni a trovarlo. . . Ma non so come comportarmi. A volte non so cosa dire. . . A volte scherzo, altre volte parliamo di cose serie. . Ma a volte non so cosa fare. La prego mi dia un consiglio grazie di cuore Paola

Risposta del 07 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA ADELAIDE BALDO


nella nostra cutlira la morte è un tabù. Non se ne deve parlare nemmeno con i morenti che, invece, potrebbero avere voglia di parlarne. Non conosco il suo amico e quindi non so se lui possa preferire le battute. So però che molti morenti si sentono doppismente soli di fronte alla morte perchè sembra che nessuno sia disposto a raccogliere le loro riflessioni su quanto sta accadendo. Perciò: fa bene a farlo ridere, ma veda anche se per caso lui non voglia anche piangere con lei. La morte è un grande mistero per tutti ed è una grande occasione per tutti per aprire la mente a qualcosa di veramente "grande". C'è chi è credente e chi no, ma per tutti la morte dovrebbe essere un momento di riflessione e di condivisione delle emozioni. Anche se non è facile.

Dott. Ssa M. Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa