Consulenza problema maschile

22 gennaio 2016

Consulenza problema maschile




14 gennaio 2016

Consulenza problema maschile

Salve e grazie in anticipo per l'attenzione.



Premessa:

da un paio di anni ho, non continui, ma ricorrenti fastidi interni allo scroto che non ho mai trattato ne'sottoposto a visita medica perche'non molto importanti, ma che da quanto ho appreso su internet potrebbero inquadrarsi come "epididimite". . . soprattutto all'epididimo sinistro, ma a volte (raramente) anche al destro.

Al tatto non sento alcun nodulo o formazione particolare interna, ma semplicemente un rigonfiamento dell'epididimo sinistro specialmente sulla "testa", che risulta indurita e gonfia, ma non oltre il mezzo cm. o poco piu '.

Tre anni fa all'ultima visita andrologica mi era stato solo rilevato un Varicocele sinistro di secondo grado.



La mia domanda e'semplice:

premesso che faro'comunque una visita specialistica la settimana prossima, e visto che l'epididimite sembra essere una patologia che si cronicizza facilmente e fastidiosissima. . . Potrei chiedere di farmi rimuovere entrambi gli epididimi, con vasectomia annessa, visto che NON intendo assolutamente avere figli in futuro. . . ?

In questo modo risolverei ogni problema alla radice. . . no. . . ?

( senza dover sottopormi a cure antibiotiche periodiche, esami periodici, fastidi ricorrenti, etc etc etc. . . )



Secondo voi questo doppio intervento, bilaterale, sarebbe possibile/consigliabile. . . ?



Spero in un Vostro cortese chiarimento e ogni opinione in merito sara'di grande aiuto!

Grazie ancora e cordiali saluti.

Risposta del 20 gennaio 2016

Risposta a cura di:
Dott. ANDREA MILITELLO


Spesso l'infezione ha origine dalla prostatata attraverso il dotto deferente e quindi il suo ragionamento non fa una piega. Però in Italia non si può proporre e disporre una vasectmia a scopo terapeutico o profilattico. Può affrontare un discorso privato con l'obiettivo di annullare la fertilità

Dott. Andrea Militello
Casa di cura convenzionata
Casa di cura privata
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Urologia
Roma (RM)
Risposta del 22 gennaio 2016

Risposta a cura di:
Dott. MARCO ARRIGHI


Premesso che gli epididimi non si "rimuovono" da soli, se non assieme al testicolo e per patologie serie (Neoplasie) e che l'epididimite (se presente) si cura farmacologicamente, consiglio un ecografia testicolare e una visita Urologica, non necessariamente in quest'ordine. La vasectomia è invece la legatura dei vasi deferenti, ma gli effetti collaterali se non risolto il primo problema
mi spingono a sconsigliarla vivamente.

Cordiali saluti.

Dott. Marco Arrighi
Medico Ospedaliero
Specialista in Urologia
Civita Castellana (VT)

Ultime risposte di Salute maschile




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube