Cortese attenzione dott. alberto moschini

06 aprile 2006

Cortese attenzione dott. alberto moschini




03 aprile 2006

Cortese attenzione dott. alberto moschini

Gentile dottore, le scrivo perchè da anni mi rivolgo alla medicina omeopatica e fitoterapica e spero di poter ricevere da lei alcuni chiarimenti che la medicina allopatica ad oggi non è stata in grado di darmi. Ad ottobre sono stata ricoverata nel reparto di neurologia perchè accusavo giramenti di testa quando stavo in piedi, dolori alla schiena e al collo e leggere parestesie alle mani. Inizialmente sospettavano che avessi un'infiammazione al midollo. Dagli esami è emerso che ho delle piccole alterazioni di segnale all'encefalo che non reagiscono al metodo di contrasto. Di conseguenza mi hanno praticato rachicentesi ed esami immunologici. Il liquor è risultato essere nei limiti di norma e gli esami immunologici pure. Sono stata dimessa con suggerimento della neurologa che mi ha in cura, di ripetere la risonanza a distanza di 4 mesi. La ho ripetuta, ed è rimasta invariata. La mia neurologa mi ha tranquillizaato molto per quanto riguarda la sclerosi, dicendomi che un liquor sano la esclude fino al 90% dei casi e anche considerando che queste alerazioni sono piccole e non prendono il metodo di contrasto, per lei potrebbero essere fisiologiche. Mi ha detto però che dovrò ripetere la risonanza a distanza di un anno dall'accaduto e nel frattempo, di non fare altro, condurre una vita normale e stare tranquilla. Io però ho ricominciato ad accusare dolori alla schiena e al collo, e da qualche tempo ho problemi di intestino, o non evacuo, o ho dissenteria e mi vengono spesso brufoli in viso che non ho mai avuto. Premetto inoltre, che quando non riesco ad evacuare, mi vengono le parestesie sia alle mani che ai piedi e giramenti di testa e nel momento in cui mi sblocco, sempre con dissenteria, le parestesie passano. Io mi sto curando con un medico omeopata, prendo vitamina b 12, omega 3, sali minerali, viatmina c e altre vitamine. Mi sento molto confusa, e non riesco a capire questo problema all'intestino che oramai è costante e sembra essere la causa delle parestesie e dei giramenti di testa. Cosa mi consiglia di fare? Devo parlarne con il mio omeopata, o devo farmi vedere da un gastroenterologo per fare degli esami? Naturalmente sono molto spaventata, oramai ho letto parecchio della sclerosi e del fatto che non ci sono test per dianosticarla e che non ce' diagnosi e prognosi. La mia neurologa ed anche l'omeopata però, mi hanno tranqullizzata parecchio, ma io che sono molto emotiva e spaventata quando sento questi torpori e giramenti di testa e male alle ossa, mi spavento e non so davvero cosa pensare. Mi scuso per essermi dilungata così tanto e la ringrazio anticipatamente.

Risposta del 06 aprile 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


Grazie della fiducia, Prima di tutto mi interesserebbe sapere i risultati degli esami che ha eseguito, io considero sempre che se la persona ha dei disturbi, gli esami non sono normali, bisogna sempre leggerli in base alla clinica, inoltre ho imparato che spesso variando il laboratorio, gli esami risultano molto più precisi. Le faccio un esempio: non mi piacciono le risposte con assente, presente, voglio vedere i numeri; inoltre le spiego, se i valori normali vanno da 0, 60 a 3, 50, un valore di 0, 70 è normale o basso? Un valore di 3, 40 è normale o alto?, capisce bene che cambia tutto. Non è assolutamente vero che non ci sono test per diagnosticare la Sclerosi Multipla, a placche, sia in medicina convenzionale, ma in medicina biologica soprattutto, si hanno a disposizione esami strumentali che ci indirizzano nel ragionamento diagnostico, e si possono analizzare i vari componenti del sistema immunitario e vedere dove si può essere verificato l’errore iniziale, quindi fare anche prevenzione e terapia potendo modulare questi componenti e correggere gli errori. Per questi motivi, in studio ho le attrezzature necessarie, con l’esperienza ho anche strutturato una metodica molto personale di indagine del sistema immunitario, ma non solo, anche una indagine della composizione corporea e della distribuzione degli elettroliti nei vari organi e zone. Per risolvere l’origine della sua sintomatologia, così a distanza, non è facile, ma sembra che l’intestino abbia una certa prevalenza sulle altre zone. Per cui oltre alla indagine sui fosfolipidi e gangliosidi analizzerei anche la possibilità di una Celiachia. Per cui eseguirei una tipizzazione HLA completa, classe I e II. Da cui si può risalire ad una predisposizione di malattia.
Inoltre riferisca quali vaccinazioni ha eseguito, ci può essere un innesco del mimetismo molecolare.
Pertanto le consiglio di eseguire:

Tipizzazione HLA classe I e II. Con espressione genica e corrispondenze sierologiche.
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
· Epidermal Growth Factor (EGF)
· Epidermal Growth Factor-receptors (EGF-R)
· Fibroblast Growth Factor (FGF)
· Insulin-like Growth Factor (IGF-1)
· Platelet-derived Growth Factor (PDGF)
anticorpi sierici anti tireoglobulinaanticorpi sierici anti microsoma tiroideo (TPO)
Tireoglobulina
anticorpi sierici anti recettore TSH (anti TRAK)
FT3, FT4, TSH
Anticorpi antinucleo (ANA e frazioni (ENA, Sm, RNP)
Calcitonina
Prolattina (possibilmente al 21°giorno mestruale)
· ANTCORPI ANTI-GANGLIOSIDI GM1 IgG e lgM
GD1b IgG e IgMGQ1b IgG e IgMsulfatidianti-MAG (glicoproteina associata alla mielina)

· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA TRACHOMATIS ]gG e lgA
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
· ANTICORPI ANTI-STREPTOCHINASI
Saluti

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
MASSA (MS)

Ultime risposte di Allergie

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa