Cosa devo fare?

06 agosto 2008

Cosa devo fare?




03 agosto 2008

Cosa devo fare?

Salve sono un ragazzi di 25 anni e soffro di continui attacchi di panco sopratutto legati ai pensieri che faccio.
Tutto è iniziato 5 anni fa quando sono andato in gita con la scuola mi sono fatto 2 tiri di spinello e quando sono salito sul pullman è stato l'inferno tutto mi girava non "connettevo" piu e quando mi sono ripreso avevo tanta paura.
al mio ritorno sono andato da uno psichiatra che mi ha dettto dopo poco: non si preoccupi passeranno da soli. la paura di morire e gli attacchi di panico non passavano cosi una sera parlando con un mio amico mi ha consigliato di andare da una persona che conosceva lui.
Sono andato e dopo sei mesi mi ha detto: non si preoccupi passeranno da soli.
Bene due mesi piu tardi ero in montagna con la morosa ero a tavola e non so da dove non so come ho avuto il pensiero di aggredirla.
Mi sono spaventato da matti ero super agitato. E da li a oggi ho paura di impazzire uccidere aggredire ecc. .
il mattino dopo siamo tornati a casa e obbligatoriamente ho dovuto ricontattare il primo psichiatra perchè era l'unico che mi veniva in mente. Ero talmente spaventato che non sapevo dove sbatterer la testa. ho fatto 9 mesi di terapia con lui ma non cambiava nulla. allora ho deciso di cambiare specialista e di affidarmi ad una psicologa terapeuta. sto assumendo da circa 10 gg i fiori di bach che mi hanno detto che sono molto utili. . . ora vorrei sapere un semplice parere da voi vorrei sapere se è la strada giusta e sennò quale dovrei seguire. . non voglio un'analisi voglio solo sapere se la starda è giusta perchè io non so piu cosa fare della mia vita

grazie in anticipo
Andrea

Risposta del 06 agosto 2008

Risposta a cura di:
Dott. MAURO MILARDI


Le conseguenze dell'uso di sostanze, anche molto diffuse e considerate erroneamente, scarsamente pericolose, possono essere molto spiacevoli ed aprire problematiche anche gravi di salute mentale. Mi sembra un tantino semplificato dire che il tempo guarisce. Ma ? Per quanto attiene un percorso psicoterapeutico può essere una buona modalità, anche in relazione a quale paradigma (=indirizzo) ha il tuo terapeuta. Per quanto attiene la terapia con i fiori, diciamo che tutto ciò che ci far star bene, senza creare effetti collaterali va bene, anche una vacanza. Le problematiche di Ansia e di ossessioni che tu riferisci si curtano comunque con un'adeguata psicoterapia e con specifici farmaci.

Dott. Mauro Milardi
Specialista attività privata
Specialista in Anestesia e rianimazione
Specialista in Igiene e medicina preventiva
Specialista in Psicologia
ANCONA (AN)

Ultime risposte di Mente e cervello




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube