Crisi di panico in auto

17 maggio 2012

Crisi di panico in auto




15 maggio 2012

Crisi di panico in auto

Salve vorrei un consiglio, praticamente è da settembre che non capisco più nulla della mia vita.
Il tutto è iniziato a metà agosto, avevo sempre vampate di calore alle gambe andai su internet a vedere cosa potessero essere e tra le tante cose portavano embolia polmonare. . . Apriti cielo. . . Da quel momento iniziai a leggere e rileggere tutti i sintomi che potessero esservi correlati, tant'è che il 28 settembre di mattina iniziò a girarmi la testa, mi mancava l'aria e nn sentivo più nessuna parte del corpo, il curo andava a 3000 mi portarono al pronto soccorso e mi dimisero con una crisi di panico.
Da quel momento in poi ogni piccolo sintomo ogni piccola cosa la collegavo ad una malattia mortale.

Successivamente ebbi un'influenza con una tosse che non spariva dopo tre giorni di cortisone altra crisi di panico che però riuscii a controllare, altri sintomi altre malattie ero convinto di avere un tumore al polmone. Mi passa tutto e sto per circa 3 mesi meglio.
Dopo un esame universitario che ho tenuto a marzo inizio ad avere vampate di calore anche a temperature basse il viso mi si fà rosso fuoco e mi fa male sotto le orecchie, ho sempre la lingua bianca, vado su internet e ora mi convinco di avere l'HIV, altra ricerca di tutti i sintomi possibili e tutte le infezioni correlate.

Sabato sera 12/05/2012 l'inferno, stavo guidando con due amici ad un certo punto non inizio a sentire il labbro inizia a formicolarmi la testa riesco a guidare fino a sotto il palazzo della mia fidanzata ma mi sento sempre peggio, inizia a formicolarmi tutto il corpo mi sento tirare la parte destra del braccio e della gamba e chiedo di essere portato al pronto soccorso. Durante il tragitto mi sentivo sempre più male respiravo con tantissima fatica stavo quasi per svenire, mi formicolava tutto il corpo avevo una tachicardia pazzesca e urlavo chiedendo aiuto, dopo circa mezz'ora al pronto soccorso mi sono ripreso dopo un mega pianto vicino alla mia ragazza, cosa posso fare? Grazie

Risposta del 17 maggio 2012

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA PANDOLFI


Gentile signore,
i sintomi descritti meritano molta attenzione. Emerge certamente uno stato d' Ansia che dura oramai da oltre sei mesi. E' necessario pertanto che si rivolga al più presto ad un neurologo/psichiatra per una più precisa e puntuale definizione diagnostica.
Saluti

Dott. Ssa MARIA PANDOLFI
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Neurologia
Portici (NA)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa