Crohn

06 aprile 2016

Crohn




04 aprile 2016

Crohn

Salve,
due anni fa mi è stata diagnosticata una retto Colite ulcerosa che poi è diventata Morbo di Crohn dopo una revisione delle biopsie della colon. Circa 18 mesi dopo dopo un'altra colonscopia l'istologico risulta essere tutto negativo e con nessun alterazione della mucosa. Vista l'assenza di sintomi se non rettorragie che però sembrano essere dovute a delle Emorroidi il mio nuovo gastro mi assicura che io non abbia in realtà nessuna forma di malattia infiammatoria e che la prima diagnosi sia stata sbagliata per un errore. Mi consiglia quindi di sospendere tutte le cure che sto facendo da due anni a questa parte. Sono chiaramente pieno di dubbi. . . Che fare?

Risposta del 06 aprile 2016

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Posso capire il dubbio tra colite ulcerosa e morbo di Crohn, ma mi riesce difficile pensare che l' esperto istologo che lesse i vetrini dei prelievi istologici abbia descritto la presenza di una infiammazione della mucosa che invece non c' era. Quindi è da presumere che - almeno due anni fa - l' infiammazione ci fosse, cosa che giustifica l' inizio di una terapia ( però non mi ha descritto i disturbi che aveva ). Se è così, è bene essere cauti sulla sospensione completa della terapia antinfiammatoria. Talvolta le malattie infiammatorie del colon " fanno finta " di guarire completamente e possono recidivare. Come può capire, non ho elementi per dirle di più. Mi piacerebbe avere la descrizione, sia delle precedenti colonscopie, sia dei reperti istologici.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa