Cuore ????

13 dicembre 2005

Cuore ????




10 dicembre 2005

Cuore ????

Buon giorno dottore il mio problema è il cuore, che delle volte sembra impazzire, cioe da dei colpi piu forti del normale e ha qualche battito non regolare. Con il mio dottore di famiglia abbiamo effettuato degli esami come elettrocardiogramma, monitoraggio del cuore per 24 h consecutive, visite generiche da un cardiologo di fiducia, esami del sangue, misurazione della pressione, e tutto è perfettamente nella norma. Devo ancora effettuare una analisi del sangue per vedere la situazione della tiroide. Il dottore di famiglia dopo queste visite ed esami mi ha detto che si tratta di ansia ma io non sono molto convinto perche questo problema si ripresenta in modo sporadico ma e sempre presente. Volevo sapere se posso stare tranquillo o devo fare altri esami che il medico non accenna a farmi fare perche è convinto che si tratti solo di ansia. Puo essere solo ansia? Spesso riesco a superare bene questi momenti ma delle volte vado in una agitazione tale che per qualche ora sono in balia di pensieri orrendi tipo quello di morire per patologie cardiache. Cosa mi consigliate? Esiste se si tratta di ansia e attacchi di panico uno psicologo online con cui parlare? Dimenticavo che questi sintomi Si accentuano (non sempre) quando fumo molto (20 sigarette al giorno). Ringrazio anticipatamente della risposta.

Risposta del 13 dicembre 2005

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA ADELAIDE BALDO


Credo che il suo medico abbia ragione:tutto fa pensare ad una somatizzazione dell' Ansia che occasionalmente si presenta soto forma di attacchi di panico.
Se si collega con il sito del Giornale di Brescia nell'archivio della pagina Medicina e Salute troverà un mio articolo dedicato proprio a questo disturbo.
Le consiglio di valutare con il suo medico l'opportunità di usare un farmaco specifico: questo le ridurrebbe il sintomo e le darebbe sollievo.
Tenga però conto che l' Ansia ha radici profonde che vanno risolte con un intervento psicoterapeutico.
Per affrontare il problema alla radice le consiglio di rivolgersi ad uno psicoterapeuta (meglio se medico perchè è in grado di monitorare anche i sintoni fisici). Qualora si rivolgesse ad uno psicologo verifichi che abbia la specializzazione in psicoterapia.
A volte è untile una psicoterapia di tipo signitivo, altre volte è meglio una psicoterapia di tipo analitico. Questo va valutato caso per caso e, non conoscendola direttamente, non posso perciò darle un consiglio su questo.

Dott. Ssa M. Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube