Danni alcol

04 luglio 2019

Danni alcol




24 giugno 2019

Danni alcol

Volevo chiedere un consulto per un dubbio che mi assilla da un po' di tempo.
Sono un ragazzo di ventiquattro anni e da quando ho circa 15/16 anni mi capita di assumere saltuariamente alcol anche in grandi quantità (fino a giungere all'ubriacatura), per esempio alle feste, in discoteca o alle cene con gli amici. Solitamente il consumo avviene una volta a settimana, in rarissimi casi due, e come ho già scritto sopra spesso l'uso di alcol è abbastanza eccessivo; d'altra parte però passo anche periodi in cui non ne faccio per niente uso, non bevendo anche per diverse settimane. Facendo una media posso dire che mi capita di prendere queste "sbronze" solitamente un sabato sì e uno no.
Il dubbio che volevo quindi esporre è il seguente: un tale consumo di alcol può avermi arrecato danni neurologici o impedito il normale sviluppo del mio cervello? Questi danni potrebbero insorgere in futuro anche se io smettessi di bere (cosa che, d'altra parte, ho intenzione di fare)?
Nessuno sintomo particolare mi spinge a pormi queste domande, ma solo una mia presa di coscienza sull'argomento dopo aver purtroppo avuto modo di conoscere degli ex-alcolisti con gravi deficit cognitivi.

Risposta del 04 luglio 2019

Risposta a cura di:
Dott. FABIO TRECATE


L'alcol produce danni non solo al cervello (fegato, stomaco, cervello e cervelletto, . . . ). . . E Lei ha iniziato piuttosto presto, un conto è farsi l'aperitivo con gli amici al sabato sera. . . Un conto è ubriacarsi, veda di smettere al più presto. Un caro saluto

Dott. Fabio Trecate
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Fisiatria
Specialista in Geriatria
Milano (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli