Debolezza e dolore alla gamba sinistra

11 maggio 2006

Debolezza e dolore alla gamba sinistra




08 maggio 2006

Debolezza e dolore alla gamba sinistra

Buongiorno, vorrei un parere su dolori e problemi che mi affliggono da alcuni mesi. Il tutto è cominciato circa 5 mesi fa con diversi episodi con una sensazione di debolezza improvvisa al lato sinistro del corpo, accompagnata da senso di nausea e di svenimento (però la pressione era sempre a posto). Questo disturbo scompariva da solo in circa una-due ore stando a riposo. In seguito ho cominciato ad avere fitte nel braccio e nella gamba sinistra simili a scosse elettriche che si propagavano negli arti, finchè un pomeriggio (circa 3 mesi fa) si è verificata un'evidente ipostenia della gamba sinistra, rilevata da un neurologo, senza che ci fossero però altri segni di patologia neurologica se non il riflesso osteotendineo che risultava leggermente più vivace a sinistra (ma comunque vivace in entrambe le gambe). Il mattino dopo il tutto si era risolto e rimaneva solo un impaccio alla gamba sinistra. Ho fatto una Rmn con contrasto del cervello e del tronco encefalico ed è risultata negativa. Dopo pochi giorni però sono ritornati i dolori che descrivevo sopra, accompagnati da altri sintomi come contrazioni muscolari prolungate e dolorose, oppure brevissimi spasmi muscolari, e in generale una sensazione di debolezza della gamba, in particolare nello scendere e salire le scale. Va detto però che questi sintomi variano molto di giorno in giorno: talvolta sento solo un dolore sordo, talvolta il dolore è forte e non riesco a camminare normalmente. Spesso ho anche dolore in zona lombare, ma la cosa che mi spaventa di più è che tutta la gamba sinistra mi duole se viene toccata o se faccio movimenti bruschi. Nel frattempo ho fatto alcuni esami del sangue, tra cui cpk ldh e anticorpi antimuscolo, risultati tutti negativi. Ho fatto anche l'urinocoltura (negativa), perchè ho necessità di urinare ogni circa due ore (ma non di notte) e talvolta con la sensazione di non riuscire a svuotare completamente la vescica. Circa dieci giorni fa ho consultato un fisiatra, che ha rilevato una leggera ipostenia dei muscoli prossimali della gamba sinistra (oltre a una condropatia rotulea). Ha ritenuto che questa debolezza sia dovuta solo al fatto che non svolgo attività fisica, e mi ha quindi indicato esercizi isometrici per il potenziamento del quadricipite e dell'ileo psoas. Sto facendo questi esercizi e i dolori alla gamba sono aumentati, così come gli spasmi muscolari. Sincramente stento a credere che questa situazione sia dovuta solo al fatto che non pratico sport e passo gran parte della giornata seduta a una scrivania. . . Cosa devo fare? Devo rivolgermi di nuovo a un neurologo o non è necessario? Il mio medico curante mi ha prescritto una risonanza magnetica della colonna, ma i tempi di attesa sono molto lunghi (3-4 mesi). . . Vi ringrazio della pazienza e dell'aiuto che vorrete darmi

Risposta del 11 maggio 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Credo che il Suo medico abbia ragione a indagare la colonna spinale. Non so in quale regione abita, ma credo che sulla richiesta il Suo medico puo' segnalare l'urgenza dell'esame. In Lombardia il medico di base può applicare un bollino che obbliga la Struttura Pubblica o Convenzionata a eseguire l'esame entro 72 ore. Se così non èvenga a Milano.
Cordialmente

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa