Depressione bipolare

08 aprile 2005

Depressione bipolare




05 aprile 2005

Depressione bipolare

Volevo sapere se la terapia che hanno applicato a mia mamma, è valida. PRIMO RICOVERO DAL 28/02/2005 AL 12/03/2005 DIAGNOSI: 296. 61 Disturbo affettivo bipolare, misto, lieve. 401. 9 Ipertensione arteriosa. Dosaggio acido valproico: ECG (01/03/2005) nella norma RBC 3, 75, glicemia basale 123 mg/dl, trigliceridi 212 mg/dl, il resto nella norma. FT 3, FT 4, TSH (01/03/2005) Nella norma Profilo glicemico ai limiti, si consiglia dieta ipoglicidica. Terapie praticate: DALMADORM (FLURAZEPAM) ENAPREN (ENALAPRIL) STILNOX (ZOLPIDEM) TRANQUIRIT (DIAZEPAM) Terapie consigliate: DEPAKIN CHRONO 300 MG: 1 CPS ORE 20. 00 DEPAKIN CHRONO 500 MG: 1 CPS ORE 20. 00 ENAPREN 20 MG. :1 CPS ORE 8. 00 TRANQUIRIT 20 ML. 0, 5% ORE 8. 00 10 GTT. , ORE 14. 00 10. 00 GTT. ORE 20. 00 10 GTT. (appena uscita somministrate 20 per volata poi ridotte perché lamentava torpore agitazione e vertigini) La paziente è giunta alla ns. osservazione su segnalazione del medico curante del CSM di Lanzo, per riacutizzazione di un quadro ansioso depressivo con accelerazione psicomotoria, insonnia, disforia, reattività nei confronti del marito. Durante la degenza la paziente è stata adeguata, collaborativi, tranquilla. Glicemia Alta. E’ stata impostata terapia con valproato, il risultato del dosaggio ematico è tutt’ ora in corso e verrà comunicato al curante. Si consiglia controllo della glicemia e del valproato. FIN QUI TUTTO BENE. DOMENICA 03/04 MIA MAMMA AVVISA MIO PADRE DI NON FARCELA PIU' E VIENE NUOVAMENTE RICOVERATA IN S. P. D. C. A CIRIE' (TO). LUNEDI', TRAMITE TELEFONO, CHIEDO DI POTER PARLARE CON LO PSICHIATRA DI TURNO, CHE E' GIA' A CONOSCENZA DEL FATTO CHE IO ABITO A NOVARA E NON A TORINO E, CHE IN SETTIMANA NON POSSO INCONTRARLI PER UN COLLOQUIO, MA MI VIENE DETTO CHE PREFERISCONO UN COLLOQUIO VERBALE. ORA, IO NON SONO D' ACCORDO CON IL DEPAKIN PERCHE' RITENGO CHE PER MIA MADRE SIA TROPPO FORTE, MIA MAMMA NON HA CRISI EPILETTICHE E TANTO MENO HA AVUTO UN EPISODIO DI DISTURBO DELL' UMORE MA NON COSì GRAVE DA POTER PARTIRE CON UNA TERAPIA COSI' PESANTE ED ESSERE DIMESSA IN COSI' POCO TEMPO, VISTI ANCHE GLI EFFETTI CHE POSSONO ESSERE DEVASTANTI A LIVELLO EPATICO DEL DEPAKIN. MIA MAMMA HA LA CLASSICA DEPRESSIONE DA STANCHEZZA. . . . . . . . . . . TROPPE RESPONSABILITA' CON I NIPOTINI E CONSEGUENTE DISTACCO DALLA NUORA, NIENTE DI PIU'. TROVO CHE I MEDICI ABBIANO LASCIATO DA PARTE IL DIALOGO E SIANO PASSATI SUBITO ALL' AZIONE. COSA NE PENSATE? FATEMI SAPERE COME MI DOVREI COMPORTARE. . . . . . . . . . . . GRAZIE

Risposta del 08 aprile 2005

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA ADELAIDE BALDO


Dare un parere su una terapia farmacologica senza poter vedere di persona il paziente è quanto mai difficile per non dire impossibile.
Nel caso di disturbi dell'umore questo diventa ancora più difficile perchè, come lei stessa dice nella lettera, i fattori che possono rappresentare concause di disagio sono molteplici.
Vorrei però farle notare che la Depressione da stanchezza non esiste:quando lo stress scatena disturbi tali da richiedere un intervento medico è perchè vi è già all'origine una struttura di personalità orientata in quella direzione. Si può dire che l'insorgenza di fenomeni depressivi o disforici può essere unitlizzata come una bella opportunità per andare ad indagare aspetti fino a quel momento trascurati: così facendo la crisi si può addirittura trasformare in possibile risorsa. Per quanto riguarda il rifiuto del medico di fare un colloquio telefonico, lo trovo un comportamento corretto e responsabile. Può sembrare il contrario, ma se lei guarda con occhio più distaccato la cosa vedrà che in questo modo il medico voleva solo tutelare la serietà dell'intervento.
Se poi lei non è soddisfatta dell' approccio terapeutico adottato, può sempre sentire il parere di un altro specialista.

Dott. Ssa M. Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)



Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Alzheimer, la forma più frequente di demenza
Mente e cervello
15 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Alzheimer, la forma più frequente di demenza
Padovani, Airalzh: Telehealth rivoluzione per Alzheimer
Mente e cervello
05 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Padovani, Airalzh: Telehealth rivoluzione per Alzheimer
Omega 3 e vitamina B: gli integratori per il cervello
Mente e cervello
24 settembre 2021
Notizie e aggiornamenti
Omega 3 e vitamina B: gli integratori per il cervello