Depressione bipolare psicotica

20 marzo 2006

Depressione bipolare psicotica




17 marzo 2006

Depressione bipolare psicotica

buonasera dottore, sono mamma di due ragazzi, anzi lo ero, ora me ne resta solo uno di 24 anni, l'altro mio figlio di 22 anni si è suicidato lo scorso mese, esattamente il 22/03/06. affetto da depressione biplare psicotica, questa la diagnosi. vorrei lei fosse così gentle da spiegarmi quanto meno a grandi linee come si presenta questa malattia. mi sorgono mille dubbi e mille domande su tutto il vissuto degli ultimi 5 mesi di mio figlio, ma non riesco sinceramente ad avere risposte esaurienti in merito. so che è una malattia molto grave, ma mille volte al giorno mi chiedo se veramente è così violenta da portare al suicidio. la ringrazio anticipatamente

Risposta del 20 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA ADELAIDE BALDO


Credo che per una madre l'esperienza del suicidio del figlio sia la più teribile delle esperienze possibili e forse è per superare un olore immenso che lei ora cerca di capire in cosa consistesse la malattia che ha portato suo figlio alla morte. Forse lei è alla ricerca di un perchè, forse in famiglia vi sentite colpevoli per non essere riusciti a capire e impedire. Purtoppo lapsicosi bipolare è una malattia davvero terribile che porta la persona a vivere in continua altalena. Infatti si alternano momenti di grande euforia e momenti di terribile Depressione. Nel momenti di euforia la persona affetta da questo male si sente invincibile, capace di realizzare cose grandiose, il padrone del mondo; questi momenti lasciano però il posto ad altri caratterizzati da una profonda Depressione, in cui prevale il senso di fallimento, impotenza. Queste persone hanno difficoltà a trovare un legame con la realtà e vivono in un mondo fatto spesso di illusioni, grandiosità e disperazione. Spesso è proprio quando prendono improvvisamente contatto con la realtà, soprattutto con quella emotiva, che arrivano al suicidio.
Credo che ora il suo compito sia quello di ricostruire assieme ai suoi familiari un vostro nuovo equilibrio in cui ci sia posto per il dolore della perdita del figlio, ma anche la fiducia nel futuro, soprattutto per il figlio di 24 che sicuramente sarà provato dalla morte del fratello.
Le consiglio, se vuole, la lettura del bellissimo romanzo del finlandese Paasiliinna "Il mugnaio urlante" e la abbraccio.

Dott. Ssa M. Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube