Depressione e cymbalta dosaggio 240 mg

22 agosto 2015

Depressione e cymbalta dosaggio 240 mg




17 agosto 2015

Depressione e cymbalta dosaggio 240 mg

Buongiorno, sto lottando contro la mia Depressione che è peggiorata diciamo dopo il parto, ho sempre un pò sofferto di Ansia ed in passato con attacchi di panico che ho curato con cymbalta da 60 mg e psicoterapia. Questa volta non riesco ad uscirne e mi toglie totalmente le forze e non ho voglia di fare nulla, costanmtemente stanchezza mentale e fisica, che purtroppo mi è tornata dopo il parto perchè ho avuto anche dei problemi in famiglia. Ho provato con una psichiatra del cim ma non è andata bene con i farmaci che ho assunto. Prima con gabapentin poi con zoloft poi con seroquel, insomma ho ritenuto necessario tornare dal mio vecchio neurologo. Ho iniziato la cura con cymbalta 60 mg al giorno con un leggerissimo miglioramento ma nulla di che, poi mi ha aumentato a 120 mg e mi ha inbserito le punture di tricortin 1000 e liposom forte. Inizlamente per qualche giorno benefici poi niente. Poi mi ha aumentato il cymbalta a 180 mg al giorno x una settimana ma in questa settimana ho avuto l'Influenza e sono stata a pezzi senza forze. Da oggi ha ritenuto necessario aumentare definitavemnte cymbalta a 240 mg dosaggio massimo al giorno 2 la mattina 2 alle 17. 00 Devo dire che cymbalta non mi da effetti collaterali. Ora la mia preoccupazione che ho detto anche al mio neurologo ma il dosaggio max non è 120 mg? Lui dice non preoccuparti di quello che c'è scritto il dosaggio max è di 240 e vedrai che andrà bene e starai meglio insieme alle punture di tricortin e liposom. Chiedo un parere ad un neurologo grazie e se anche lui ritiene che il dosaggio max è di 240 mg e che problemi può dare. Grazie

Risposta del 22 agosto 2015

Risposta a cura di:
Dott. MARCO PAOLEMILI


240 mg è un dosaggio fuori dal range terapeutico, non ci sono cioè evidenze di una sua maggiore efficacia ed è considerato un dosaggio di cui non si hanno dati sulla sicurezza. Può avere problemi da iperstimolazione del sistema serotoninergico, con mania, irrequietezza, Ansia, Insonnia, tachicardia e convulsioni.


Dott. Marco Paolemili
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Ricercatore
Psicoterapia
Specialista in Psichiatria
Roma (RM)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube