Depressione e relazione

27 agosto 2019

Depressione e relazione





21 agosto 2019

Depressione e relazione

Non so cosa fare, come da titolo soffro di depressione o almeno al momento e questo non è stato per nulla d'aiuto nei confronti della relazione che ho con la mia ragazza la quale è borderline. La conosco relativamente da poco ma ne sono molto affezionato solo che non è facile vivere una relazione con lei dove lo stesso rapporto si è evoluto con una velocità scioccante mettendomi anche un po a disagio poi lei si arrabbia per cose relativamente futili o l'idealizzazione seguita da indifferenza e freddezza, incolpandomi spesso di cose che non ho commesso, dandomi la sensazione che a volte non sia reale nei rapporti. Qualche giorno fa abbiamo litigato molto più del solito per il fatto che non mi sento preso in considerazione da lei considerando che sto attraversando un periodo veramente difficile e lei non lo prende minimamente in considerazione quindi mi sono alterato e l'ho mandata letteralmente a quel paese dicendole che non mi doveva più cercare e da una parte mi ha dato sollievo la cosa ma dall'altra mi addolora davvero tanto, ora lei mi ha bloccato su whatsapp e francamente non so cosa fare. Ricordo che qualche tempo fa un amico psicoterapeuta che la conosce mi disse che era meglio se lasciavo perdere e io sapevo che aveva ed ha ragione, ho paura che attraverso lei io mi possa precludere il percorso terapeutico che seguo o che comunque il rapporto possa essere molto difficoltoso, ma al contempo non so davvero cosa fare perché lei mi piace molto. Cosa sarebbe meglio fare, come dovrei affrontare la cosa?
Vi ringrazio anticipatamente

Risposta del 27 agosto 2019

Risposta a cura di:
Dott. ROCCO CACCIACARNE


La Sua situazione è molto complessa. Come prima passo, sarebbe molto importante se Lei recuperasse la relazione con questa ragazza, come semplice amica. E' troppo presto per pensare ad un rapporto diverso e più. . . intimo. L'Amicizia, da statuire su basi rinnovate, Vi permetterebbe di rapportarvi tra di Voi con educazione e civismo. Come secondo passo, Le consiglio una psicoterapia ad indirizzo comportamentale.
Rivalutare il quadro secondo le evoluzioni degli eventi futuri.

Dott. Rocco Cacciacarne
Specialista attività privata
Psicologia clinica
Specialista in Medicina di comunità
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Medicina interna
Verona (VR)

Ultime risposte di Mente e cervello

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Paura da ascensore: come superarla
11 settembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Paura da ascensore: come superarla
Epilessia
09 settembre 2019
Patologie mediche
Epilessia