Depressione in tarda età

27 marzo 2015

Depressione in tarda età




22 marzo 2015

Depressione in tarda età

Salve,
mia nonna attualmente 92enne viveva sola e autonoma dal 2009 in buona salute, quando l'anno scorso prima per un problema di caduta che l'ha tenuta a letto per due mesi e poi per una Bronchite che l'ha fatta ricoverare per un mese, è peggiorata molto di salute, di umore soprattutto.
Ha iniziato ad avere paura a vivere sola, ha iniziato ad essere incontinente, non ricorda più le cose, e si rifiuta di mettere l'apparecchio acustico che l'aiutava ad ascoltare gli altri.
Da un paio di mesi i suoi figli le hanno messo una badante fissa, ma lei di carattere molto testardo non accetta facilmente il suo aiuto, è paranoica, si mette a piangere per stupidaggini.
Il medico ha detto che ha problemi di circolazione al cervello per questo non ricorda più le cose, ma io penso che sia più un problema post traumatico che le provoca psicosi e Depressione. Ho consigliato senza successo di chiedere un aiuto psichiatrico (ne ho esperienza diretta) ma i suoi figli si rifiutano e dicono che oramai non c'è più niente da fare. Io credo che se le restano pochi anni di vita dovrebbe viverli felici e non nella paura.
Cosa ne pensa?
Saluti
FT

Risposta del 27 marzo 2015

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA LETIZIA PRIMO


gentile paziente sarebbe necessaria per la nonna una visita psicogeriatrica in quanto in tarda età i disturbi dell'umore sono in gran parte su base organica. Concordo con lei che non si debba avere un atteggiamento abbandonico nei riguardi dell'anziano anche parte se non si muore giovani tutti passeremo dalla stessa esperienza
buona giornata


Dott. Ssa Maria Letizia Primo
Specialista attività privata
Specialista in Medicina legale
Specialista in Psichiatria
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Torino (TO)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube