Disbiosi intestinale

19 luglio 2021

Disbiosi intestinale


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


21 aprile 2021

Disbiosi intestinale

Buongiorno, sono Chiara e ho 39 anni. Sono affetta da morfea da circa 3 anni con ANA positivi. Da circa un anno ho dolori diffusi, soprattutto agli arti. Ho eseguito un check up intestinale per cercare di capire se la causa dei miei problemi fosse a livello intestinale in quanto ho notato che i dolori si attenuano tantissimo effettuando il clistere. Ne è risultato che ho la zonulina fecale 127, 3, l\'indicano 63, 8, scatolo <0. 1, lattoferrina fecale negativa, reazione leggermente alcalina. Vorrei sapere come potrei curare questa situazione per poter stare meglio. Io mi alimento con verdura, pesce, pollo, uova, pochi legumi e carboidrati, quasi niente zuccheri, poca frutta. Grazie di cuore per la risposta. Chiara

Risposta del 19 luglio 2021

Risposta a cura di:
Dott.ssa DANIELA PELOTTI


Gentilissima Chiara vi è correlazione tra sclerodermia, ANA positivi e celiachia non diagnosticata e/o gluten sensitivity, per cui elimina completamente dalla tua alimentazione i cibi con glutine ed i cibi che ti causano disbiosi intestinale. Il rimedio è in te, devi mangiare i cibi che senti che ti fanno stare bene, VIS MEDICATRIX NATURAE, il potere della natura ! per guarire devi dare al tuo corpo le condizioni giuste!

Dott. Ssa Daniela Pelotti
Specialista attività privata
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Molinella (BO)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Obesità: un problema tutto italiano
Stomaco e intestino
13 maggio 2021
Notizie e aggiornamenti
Obesità: un problema tutto italiano
Reflusso gastroesofageo, benefici da fico d'india e olivo
Stomaco e intestino
09 maggio 2021
Notizie e aggiornamenti
Reflusso gastroesofageo, benefici da fico d'india e olivo
La stipsi nel paziente cronico
Stomaco e intestino
30 marzo 2021
Sintomi
La stipsi nel paziente cronico