Distermia di origine sconosciuta

27 aprile 2006

Distermia di origine sconosciuta




23 aprile 2006

Distermia di origine sconosciuta

Sono la mamma di una bimba di 7 anni che da piu' di due mesi e' sotto esami, ricoveri e controlli vari per una febbre di origine sconosciuta. Due mesi fa per due settimane temperatura costantemente tra 39 e 40 (che scendeva con Tachipirina) poi le sono rimasti fugaci e brevi rialzi termici (da 39 a 41) che spariscono quasi immediatamente dopo essere stati rilevati. Questo solo col termometro a mercurio, col digitale e al tatto apparentemento non ha nulla. Accompagnati solo da mal di testa. E' stata gia' super controllata e tutto con esito negativo. . . ma stiamo continuando. Ci chiediamo. . . ESISTE UNA malattia che reagisce solo a questo metallo o al quale lo stesso e' SENSIBILE o e' fantascienza? Volevo scrivere alle aziende produttrici di termometri ma intanto ho trovato voi. Grazie fin d' ora per l' eventuale risposta.

Risposta del 27 aprile 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


Il mal di testa è già sinonimo di probabile febbre e questo basta, troppe volte ho sentito consigliare di buttare via il termometro, ma poi si sono trascurate indagini importanti.
Gradirei che mi comunicasse tutti gli esami che ha eseguito, scannerizzati, con valori di riferimento. Guardi nelle pagine bianche, abito a Massa. La tachipirina è solo un sintomatico, abbassa solo la febbre, ma non fa terapia. Se l'organismo non vuole, la febbre torna, pertanto abbassare la febbre con la tachipirina è la cosa più antisistema immunitario che ci sia. Questo sistema, fa tanta fatica per fare la febbre, facilitare tutti i processi immunologici, e si interviene con un farmaco a bloccare tutto questo, poi il sistema deve ripartire da capo, e così via. Non mi sembra opportuno, perchè così facendo si impediscono importanti meccanismi difensivi.
Saluti

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
MASSA (MS)

Ultime risposte di Allergie


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube