Disturbi del sonno per termoregolazione corporea errata

15 maggio 2006

Disturbi del sonno per termoregolazione corporea errata




12 maggio 2006

Disturbi del sonno per termoregolazione corporea errata

buongiorno, il mio ragazzo ormai da 4 anni ha problemi nel dormire e purtroppo succedendo molto frequentemente ciò incide sulla sua salute psicofisica. Dice di non riuscire a dormire perchè di notte sente freddo (tutto l'anno!) come se fosse ricoperto di ghiaccio nonostante si copra più del normale e vive in una casa a Roma caratterizzata da normalissime condizioni climatiche, quindi sono da escludere fattori esterni. Già una volta si è rivolto ai medici che gli hanno fatto fare una serie di analisi del sangue compresa la tiroide ed era tutto regolare, e la risposta che ha ricevuto è che allora forse era solo una cosa psicologica, ma lui dice di non avere nessun problema psicologico, sente spifferi ghiacciati veramente e fisicamente, oltretutto da meno tempo gli si è aggiugnto anche un altro sintomo, ora la notte finchè non riesce a prender sonno sente il bisogno di urinare in continuazione, come se la sua vescica si riempisse frequentemente anche se poi la maggior parte delle volte ne fà pochissima (e beve le stesse quantità d'acqua il giorno che ha sempre bevuto), anche questa è una patologia psicologica? insomma siamo molto molto sconfortati perchè non sappiamo a chi rivolgerci per individuare il tipo di problema di cui soffre e la mancanza di sonno più passa il tempo e più si ripercuote su di lui. . . (e su di me!). Mi rendo conto che è un sintomo stranissimo ma è in grado di aiutarci, di indirizzarci su che tipo di patologia soffre o a che tipo di specialista dovremmo rivolgerci? Le sarei molto grata. . . . .

Risposta del 15 maggio 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Non è semplice orientarsi su una diagnosi in assenza della visita del paziente. Questi sintomi sono un po' strani, così come vengono raccontati, ma potrebbero essere l'espressione di qualche patologia la cui identificazione, Le ripeto, è impossibile a distanza. In 4 anni il Suo ragazzo da chi è stato visitato, che indagini diagnostiche ha fatto? prende abitualmente dei farmaci? quali?che lavoro fa? vi sono o vi sono stati problemi famigliari e/o di lavoro?
Penso che un colloquio con un neuropsicologo medico o uno psichiatra potrebbe essere utile.
Se crede, mi faccia sapere
Cordialità ed auguri

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa