Dolori addominali

28 febbraio 2017

Dolori addominali




27 febbraio 2017

Dolori addominali

Buonasera, tutto è iniziato con fitte al seno sx, verso il centro, allora vado da un cardiologo e il cuore non ha nulla, il dott in questione mi consiglia visita dal gastroenterologo, vado e dopo aver eseguito un'ecografia sddome completa ed esami molto specifici, mi viene riscontrato l'helicobacter pylori nelle feci e un calcolo alla cistifellea di cm 1, 5. I dolori sotto entrambe le costole nel frattempo continuano e un giorno il dolore arriva fino all'inguine destro prendendo anche la gamba destra e non avendo fatto l'intervento di appendicite de Idro di andare dal chirurgo, il quale dopo visita e manovre adeguate esclude l'infiammazione di questa. Il chirurgo dice che e colon irritabile e mi consiglia di andare da un allergologo e anche qua esami con test alimentari e al lattosio, c'è una piccola intolleranza al lattosio ma questo valore non è così alto da poter dare disturbi, io comunque sto facendo una dieta priva di lattosio, ma il disturbo c'è ancora. Insomma, qualsiasi cosa mangi, ho sempre l'addome gonfio, fatico ad evacuare le feci e mi sono accorta che ora sono diventate anche più sottili rispetto a qualche mese fa, (sono sempre stata un po' stitica) ho continui borborigmi addominali, dolore tipo coliche sotto entrambe le costole e sento un peso all'ano. Per questo ultimo disturbo sono andata da un proctologo, il quale mi ha scoperto dopo una rettoscopia: no lesioni mucose, no tracce ematiche, regolare il reticolo vascolare, retto inferiore con iniziale prolasso mucoso prevalentemente anteriore senza evidenza attuale di franca ostruzione. Canale anale con emorroidi di 1 grado non congeste. Alla luce di tutto ciò, secondo Lei il mio peso all'ano, le mie feci sottili, e il resto cosa potrei avere?

Risposta del 28 febbraio 2017

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Ha fatto una serie notevole di esami e anche di visite specialistiche, che - se non altro - hanno escluso la presenza di malattie importanti. Mancherebbe l' ultimo esame, definitivo per la diagnosi : la colonscopia, esame che, tra l' altro, ognuno di noi dovrebbe fare almeno una volta nella vita, indipendentemente dai sintomi, a scopo preventivo, più o meno proprio alla sua età.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube