Dubbio terapeutico

03 ottobre 2015

Dubbio terapeutico




28 settembre 2015

Dubbio terapeutico

Soffro da almeno un anno di bruciore esofago-gola con eruttazioni e un po'di nausea. Dopo visita dal gastroenterologo mi è stato prescritto esomeprazolo 20mg al mattino in dose unica. Se lo prendo sto bene e non accuso nessun sintomo ma appen lo sospendo tutto ritorna. Il gastroenterologo non ha ritenuto di farmi la gastroscopia in quanto non ha rilevato sintomi d'allarme, non ho infatti dolore, difficoltà a deglutire, perdita di peso né priblemi notturni. Ciò che però mi preoccupa è il fatto di essere dipendente quotidianamente dall'esomeprazolo 20. . . secondo voi per quanto potrò prenderlo? Se i sintomi spariscono quando lo uso significa che la diagnosi è corretta? Utile una gastroscopia?
Grazie.

Risposta del 03 ottobre 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Sì, la diagnosi è corretta e il fatto che la terapia (peraltro a dosi basse) faccia scomparire i disturbi, lo conferma. Forse una gastroscopia è superflua. Il farmaco, a questa dose, può essere assunto anche per un paio di anni. Eventualmente, lo si può alternare con un altro farmaco che si chiama H2- bloccante, ma deve sentire il parere del suo medico.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Rettorragia
26 novembre 2019
Sintomi
Rettorragia
Disbiosi intestinale: come si cura
22 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Disbiosi intestinale: come si cura
Cos’è la disbiosi intestinale
15 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Cos’è la disbiosi intestinale
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube