Efficacia trattamenti varici arti inferiori

09 giugno 2015

Efficacia trattamenti varici arti inferiori




05 giugno 2015

Efficacia trattamenti varici arti inferiori

Buongiorno,
sono una ragazza di 27 anni. Da qualche settimana ho notato un ingrossamento delle vene sul lato mediale del polpaccio (a distanza " civile non si notano, il difetto estetico è di per sè mascherabile" ). In attesa di Ecodoppler per fare il punto sulla situazione funzionale, il mio MMG mi ha dato un flebotropo da prendere nei mesi estivi e in più ha posto l'inidicazione alle calze a compressione graduata di classe 1. Inoltre mi ha raccomandato il nuoto e lo spinning. Fin qui non ci dovrebbero problemi di compliance.
Il mio dubbio è il seguente. Le varie tecniche di chiusura/eliminazione delle vene patologiche mi sono poco chiare in termini di efficacia a lungo termine. In che modo esse intervengono sul sistema emodinamico? Non rischiano di determinare problemi di pressione a monte della chiusura e quindi vanno a sovraccaricare le altre vene? Oppure in caso di un adeguato studio della circolazione si è in grado di escludere la porzione di circolo patologico e indirizzare il flusso venoso in modo ottimale? Se sì quali sono le tecniche più performanti?
Inoltre io butto un altro dubbio: in genere leggo che in seguito all'intervento è raccomandabile l'utilizzo di calze terapeutiche per un breve periodo di tempo, ma non sarebbe più logico (seppure fastidioso) continuarlo quoad vitam? (Oltre ovviamente ad eliminare tutti i fattori di rischio modificabili ).
In base alla vostra esperienza diretta/indiretta cosa ne pensate? In particolare la mia curiosità /interesse era relativo alle tecniche endoscopiche con ablazione laser, però ovviamente prima di muovermi in questo senso (previo esame ecodoppler alla mano) volevo delle delucidazoni per soppesare vantaggi e svantaggi (soprattutto nel corso degli anni) e non cedere a " slogan" o promesse allettanti e rimanerne poi delusa.
Grazie cordiali saluti

Risposta del 09 giugno 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


La scleroterapia delle vene superficiali (ammesso che per lei vi sia l'indicazione: questo lo deve decidere lo specialista angiologo) è efficace per sempre. Il sangue viene veicolato automaticamente dalle vene profonde, che non subiscono alcun sovraccarico. Dato che lei ha delle varici in età così giovane, l'idea di non abbandonare mai calze contentive è da prendere in considerazione.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube