Enterocco fecaelis e candida

15 aprile 2013

Enterocco fecaelis e candida




15 aprile 2013

Enterocco fecaelis e candida

salve, da recente tampone vaginale mi ha diagnosticato numerose colonie di enterococco fecaelis e candida albicans. il medico mi ha prescritto amplital da 1G 2/DI x 6 giorni e gynocanesten compresse 1/di. mi conferma che la cura è appropriata poiche info su e. f tleggo che va aggredito dall antibiotico in dosi massiccie per estirparlo e la cura datami mi sembra piuttosto blanda. inoltre ormai la cura è finita da 2 giorni e continuo ad avere perdite e fastidi a livello vaginale anche più di prima. devo rifare il tampone entro 10 giorni dalla fine della cura è un tempo congruo? grazie

Risposta del 15 aprile 2013

Risposta a cura di:
Dott. SANDRO CAMMELLI


tra le probabili cause della vaginite esiste la possibilità della perdita dell'acidità vaginale mantenuta e sostenuta dal lattobacillo di doderlain. In condizioni di alcalinità la candida che è un commensale della vagina, si virulenta originando la flogosi. Anche l'enterococco f. si moltiplica in alcalosi vaginale: ergo la terapia deve necessariamente prevedere un riprestino del lattobacillo. . . e solo in questo modo, con l'acidità vaginale, la guarigione è pronta e duratura. Riferisco che ad alcune pazienti solo dopo 2 giorni di amoxicillina assunta x le più diverse cause, compare una vaginite da candida farmaco indotta a causa della distruzione dei lattobacilli normalmente saprofiti e determinanti l'eubiosi vaginale

drcammelli


Specialista attività privata
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Piantedo (SO)

Ultime risposte di Salute femminile

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa