Epatite a

26 febbraio 2006

Epatite a




23 febbraio 2006

Epatite a

Ho contratto il virus nell'estate 2004.
Gli ultimi esami risalgono al settembre 2005, e tutti i valori erano a posto.
Ho riscontrato che, da allora, se "bevo qualche bicchiere di troppo" soffro le conseguenze di una sbornia pesante per giorni, cosa che prima non accadeva se non quando davvero "esageravo". Oggi, nessun problema con la birra, ma difficilmente tollero persino il vino.
Preciso che non assumo mai superalcolici (se non, appunto, in rari casi e moderatamente), e ormai raramente mi concedo qualche bicchiere di vino.
Questo può attribuirsi all' Epatite di cui mi sono ammalata, oppure è una naturale evoluzione del mio corpo ?

Grazie

Risposta del 26 febbraio 2006

Risposta a cura di:
Dott. TONINO GRASSO


Può darsi che in conseguenza dell' Epatite che ha sofferto il parenchima epatico funzionante si sia ridotto. Poichè però i valori delle analisi, ed in particolare delle transaminasi sono normali, è presumibile che il processo patologico si sia completamente risolto, e che perciò la situazione potrà soltanto, col tempo, migliorare.
D'altronde è noto che l' Epatite A cronicizza in una piccolissima percentuale dei casi, e comunque dovrebbe essere rilevabile l'aumento della transaminasi.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube