Erezione

29 ottobre 2005

Erezione


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


25 ottobre 2005

Erezione

Gentile Professore le riscrivo poichè nn ho ricevuto alcune risposta. mi chiamo Stefano ed ho 45 anni di Roma; le faccio un po la mia cronistoria. un anno e mezzo fa il mio peso era di 136 Kg, ed inizia una cura dimagrante seguita da un dottore. Attualmente peso 84 Kg, e devo dire che la mia attività sessuale è notevolmente migliorata. Prima la mia erezione non era molto rigida, ma a luglio, visto che la palestra era chiusa (faccio judo), ho avuto un exploit sessuale (con mia moglie ho avuto più rapporti nello stesso giorno e per giorni consecutivi). Ho notato che il mio pene (forse è un'impressione) si sia un po più allungato, forse è andato via il grasso in eccesso sul pube, ma per la rigidità devo dire che non è più come in passato (forse gli anni?). All'inizio di settembre non ho avuto alcun problema riuscivo a completare l'atto sessuale, me nelle due ultime settimane no. Ho avuto problemi di mantenimento dell'erezione, devo dire che ho iniziato la palestra da più di un mese, e che sto facendo più ore del dovuto (mediamente calo di 1Kg ogni volta che vado in palestra per tre volte a settimana, perciò all'incirca 3 kg a settimana reali x due settimane di seguito) e la mia domanda è se questo potrebbe influire sulle performance? Sto prendendo un prodotto erboristico il Gingko e delle fiale di energia (Gingko ed altri componenti) quando vado in palestra. La dieta che continuo a seguire è buona, ma attualmente non riesco più a mangiare come il medico mi ha detto, infatti mangio molto di meno, ed attualmente i miei muscoli stanno crescendo per l'allenamento che faccio. Un'altra domanda è legata al fatto che la rigidità dell'erezione, in base alla mia età, è normale che non sia come una volta (ad esempio quando avevo 30 anni)? Se tutto ciò non è normale da cosa può dipendere?

Risposta del 29 ottobre 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI BERETTA


Dalle informazioni che ci fornisce potrebbe trattarsi di un problema esclusivamente psicologico. Comunque potrebbe essere utile, per capire meglio i suoi problemi, anche una valutazione ormonale con un dosaggio del testosterone e delle prolattina ed una valutazione vascolare delle arterie peniene tramite ecocolordoppler dinamico. Cordiali saluti.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Sessualità

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Spirale contraccettiva: come funziona
Sessualità
11 aprile 2020
Notizie e aggiornamenti
Spirale contraccettiva: come funziona