Eritema estivo

21 aprile 2008

Eritema estivo




17 aprile 2008

Eritema estivo

Annualmente, appena esposta al sole, contraggo un eritema fastidioso e pruriginoso al petto. Il consiglio del mio dermatologo è stato di assumere per un mese (aprile-maggio) degli integratori a base di carote. L'ho fatto ma, nel contempo, sono stata al sole coperta fino al collo. Quest'anno non voglio prendere carote e voglio stare in costume. Quale rischio corro? E che tipo di pomata dovrei eventualmente usare qualora si ripresentasse l'eritema? Grazie

Risposta del 21 aprile 2008

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI SPORTELLI


Le prime esposizioni al sole sono le piu' pericolose perche' incontrano una pelle non ancora abbronzata e impreparata a quel tipo di trauma. In questo caso, vista la presenza di prurito, potrebbe trattarsi di "allergia" al sole, che puo' essere dovuta all'azione di farmaci, di sostanze chimiche contenute nei cosmetici, di tossine assunte con gli alimenti, eccetera. Comunque, o semplice eritema solare o allergia, il problema rimane lo stesso: bisogna evitare l'esposizione al sole. Va bene assumere gli integratori, ma non basta. Bisogna proteggersi con creme antisolari ad alta protezione oppure evitare il sole. Inoltre, all'inizio, un' esposizione graduale potrebbe gia' da sola evitare i disturbi. Una formula empirica per stabilire i tempi potrebbe essere questa: il fototipo cutaneo moltiplicato per 5 da' il tempo di esposizione del primo giorno in minuti. Successivamente aumentare di 5 minuti ogni giorno. I rischi che corre altrimenti sono un invecchiamento precoce della cute e una maggiore predisposizione ai tumori cutanei. In caso di scottatura, evitare il sole per qualche giorno e applicare una crema doposole o, anche semplicemente, una crema idratante piu' volte al giorno.

Dott. Giovanni Sportelli
Specialista attività privata
Specialista in Dermatologia e venereologia
GROTTAGLIE (TA)

Ultime risposte di Pelle




Vedi anche:
Ultimi articoli
Orticaria, come riconoscerla
31 agosto 2020
Notizie e aggiornamenti
Orticaria, come riconoscerla
Meduse: le strategie giuste se si viene colpiti
17 agosto 2020
Notizie e aggiornamenti
Meduse: le strategie giuste se si viene colpiti
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa