Ernia discale - discopatie

10 ottobre 2014

Ernia discale - discopatie




09 ottobre 2014

Ernia discale - discopatie

Per continui dolori alla schiena (dorsali/lombari) ho eseguito raggi e rmn con il seguente referto:

RX rachide lombo-sacrale: Atteggiamento in scoliosi sx concava. Spondilosi dei corpi vertebrali con osteofitosi marginale. Ristretto lospazio intersomatico tra L1-L2, L2-L3, L5-S1 con sclerosi delle limitanti somatiche.

RX bacino-anche: Ristretto lo spazio articolare coxo-femorale bilateralmente con sclerosi delle cavità acetabolari

RM colonna cervicale: Regolare ampiezza dello speco. Non evidenti migrazioni discali extra-ligamentose o forme espansive intradurali. Minime protrusioni discali documentate tra C4-C5 e tra C5-C6

RM rachide dorsale: Non immagini rif. ad ernie discali. Regolare ampiezza canale vertebrale.

RM colonna lombosacrale: Modeste protrusioni discali documentate tra L3-L4 e tra L4-L5. Piccola ernia discale intraligamentosa e preforaminale dx tra L5-S1

A breve farò anche una densitometria ossea lombare e femorale.

I dolori sono ormai continui. Non sto in piedi (soprattutto ferma per più di mezz'ora) che i dolori a livello dorsale e poi lombari diventano tali da dovermi sedere o stendere.

Adesso anche di notte.

Fino a poco tempo fa avevo dolori notturni solo all'anca, destra principalmente, (anca a scatto da diversi anni ). Ora sono entrambe.

Inoltre la mattina, molto spesso, appena poggio i piedi per terra, accuso dolori ali talloni ed ultimamente sul dorso del piede destro.

Insomma una serie di fastidi al quale ancora nessuno mi è stato molto chiaro nel spiegarmi da cosa dipendono e cosa potrei fare per alleggerie i dolori e prevenire il peggio.

Consideri che ho 47 anni e da un anno circa non ho più il ciclo mestruale. (Inizio Menopausa) Peso 49-50 Kg.

Grazie per la vs disponibilità. Fiduciosa in un Vs cortese riscontro, porgo i miei pi cordiali saluti.

Ann

Risposta del 10 ottobre 2014

Risposta a cura di:
Dott. PASQUALE PRISCO


Gentile paziente
è buona regola esibire gli esami eseguiti al medico prescrittore.
Inoltre il semplice referto non può essere considerato indicativo ai fini di una diagnosi:
sono necessari l'anamnesi, ossia il racconto della data di insorgenza e dello sviluppo della patologia, l'esame clinico e gli esami effettuati (non i referti ).
Mi dispiace non poterle essere utile per questi motivi.
Potrei sbagliare o indurre lei in errore.
Saluti
Conoscendo la regione di residenza, potri consigliarle un centro di alta specializzazione a cui rivolgersi.

Dott. Pasquale Prisco
Medico Ospedaliero
Specialista convenzionato
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Torre Annunziata (NA)

Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube