Ernie

14 giugno 2012

Ernie




10 giugno 2012

Ernie

vorremmo delle informazioni più approfondite riguardo questa diagnosi grazie in anticipo. . . Fenomeni disidratativi dei dischi intersomatici. Noduli intraspongiosi di schmorl alle limitanti somatiche del tratto dorsale. Modeste protrusioni discali posteriori ad estensione paramediana sinistra agli spazi intersomatici c4-c5, c5-c6 e c6-c7, che occupano lo spazio subaracnoideo anteriore. Modesta protrusione discale posteriore mediana allo spazio intersomatico l1-l2. Protrusione discale posteriore mediana-paramediana allo spazio intersomatico l4-l5 che impronta il sacco durale. Ernia discale posteriore mediana-paremediana destra allo spazio intersomatico l5-s1 che impronta il sacco durale e la tasca radicolare di s1 omolaterale. Il midollo ha volume regolare senza modificazioni del fisiologico segnale tissutale. Nel canale spinale è di regolare ampiezza. Saluti aspettiamo una vostra risposta e una possibile soluzione al problema grazie

Risposta del 13 giugno 2012

Risposta a cura di:
Dott. VINCENZO ROLLO


per fenomeni disidratativi si intende che i dischi hanno perso acqua e quindi si sono invecchiati, fatto fisiologico negli anni, le ernie di schmorl invece non sono le ernie discali famigerate, bensì dei semplici avvallementi, come delle conche a carico dei disci medesimi, sinonimo di alterazione discale ma senza chiari segni di patologia. Nel suo caso bisogna prestare attenzione all'ernia discale tra L5 e S1 perchè da lì nasce una delle radici del nervo sciatico e quindi quel contatto può dar luogo a scaitalgie. Serve una corretta terapia riabilitativa e medica prima di un evetuale valutazione chirurgica. Quindi si rivolga ad un fisiatra. Saluti.

Dott. Vincenzo Rollo
Medico Ospedaliero
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
Specialista in Medicina fisica e riabilitazione
Lecce (LE)
Risposta del 14 giugno 2012

Risposta a cura di:
Dott. PASQUALE PRISCO


Come ho spiegato tante volte, se non conosco i sintomi della patologia, non posso darle una risposta esauriente per quello che riguarda il referto che lei mi trascrive.

Voglio rassicurarla: si tratta per la maggior parte di situazioni non patologiche.

L'unica situazione degna di attenzione è l'ernia discale L5 S1, che impronta la tasca radicolare di S1.

Mi dia qualche notizia della situazione FISICA.

Saluti:

Dott. Pasquale Prisco
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Torre Annunziata (NA)

Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa