Esofago di barret

02 settembre 2012

Esofago di barret




28 agosto 2012

Esofago di barret

Caro dottore,
esattamente un anno fa (2011) a seguito esame "gastroscopia " mi è stato diagnosticato un Esofago di Barret con il seguente referto istologico : ESOFAGO un frammento costituito in parte da epitelio squamoso non displatico e da mucosa fundica con infiammazione cronica di grado lieve, non attiva. Non evidenza di metaplasia a cellule globet. Reperti compatibili con esofago di Barret di tipo fundico. Basso rischio di sviluppare carcinomi. Sorveglianza probabilmente non necessaria. -
La terapia che ho effettuato per un anno è stata la seguente: ESOPRAL inizialmente da 40 mg per poi passare per il resto dell'anno a 20 mg giornalieri, PERIDON da 10 mg. per 5/6 mesi, GAVISCON SCIROPPO un cucchiaio tutte le sere prima di andare a letto, il tutto associato ad una alimentazione adatta per chi soffre di reflusso. -
Agli inizi di agosto (2012), esattamente dopo un anno , ho effettuato una gastroscopia di controllo ed il referto istologico ricevuto è il seguente:
MATERIALE INVIATO
Biopsie:
A) Antro gastrico
B) Mucosa III inferiore dell'esofago
NOTIZIE CLINICHE:
Pregressa diagnosi di esofago di Barret
DIAGNOSI:
A)Mucosa antrale senza note patologiche di rilievo. H. Pylori assente. -
B)Mucosa esofagea senza note patologiche di rilievo. -
Il mio medico mi ha detto che sono praticamente guarito e che non ho più l'Esofago di Barret e che posso cominciare a diminuire anche la terapia di Esopral lentamente, iniziando a prendere il medicinale un giorno si e uno no per un periodo di 15 giorni fino a lasciarlo completamente, mentre lo sciroppo GAVISCON devo continuarlo a prendere ancora per un po'. -
Le volevo chiedere cortesemente un suo parere :
-Posso considerarmi guarito dall'esofago di Barret (come dice il referto) o può ripresentarsi nuovamente ?
-E' corretto lasciare definitivamente la terapia come dice il mio medico ?
-E' giusto effettuare una nuova gastroscopia di controllo tra un anno o la devo effettuare tre sei mesi
In attesa di ricevere una sua risposta, La ringrazio infinitamente per il tempo prezioso che ci dedica
Cordiali saluti

Risposta del 02 settembre 2012

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Sì, può considerarsi guarito, ma non definitivamente, perchè se il reflusso persiste, si può riformare un'esofagite, che - se trascurata - può portare al''esofago di Barrett. Quindi un certo tipo di terapia ( che non è detto debba essere necessariamente farmacologica ) va proseguita a seconda dell'entità del reflusso. Dal momento che l'ultima gastroscopia era nei limiti della norma, può aspettare un anno.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa