Extrasistole - tachiaritmia

15 gennaio 2007

Extrasistole - tachiaritmia




12 gennaio 2007

Extrasistole - tachiaritmia

Ho 75 anni, sono in buona forma fisica con analisi generali nella norma. Da circa sei mesi ci sono delle anomalie nel battito cardiaco, periodici durante la giornata, consistenti in extrasistole (a volte ogni 4 battiti e a volte ogni 8) senza una specifica regolarità. L'esame ecodoppler dice : pericardio nella norma senza rigurgiti valvolari, con modesta estasia dell'aorta ascendente. Cardiogramma normale -Pressione 150/85 Da esame RX apparato digerente con contrasto si rileva una grossa ernia iatale che svuota regolarmente e con spasmi esofagei. Secondo parere del medico della Asl la causa delle extrasistole è dovuta a questa ernia iatale e infatti dopo aver mangiato il disturbo diventa più insistente. Faccio presente che mangio poco. I cardiologi mi dicono di non farci caso e che non sono un cardiopatico. Mi hanno prescritto Limpidex 15 per lo stomaco e 6 gocce di Lexotan come ansiolitico. Desidererei sentire il vostro parere !! Prima di farmi visitare da un luminare. . . . . del cuore ! cordiali saluti. U.

Risposta del 15 gennaio 2007

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Sono perfettamente d'accordo con il suo cardiologo e con il suo medico di famiglia. Gli esami cardiologici dimostrano che lei non e' cardiopatico. D'altra parte e' noto che l' Ernia iatale puo' provocare extrasistoli, pur avendo un cuore sano. Sono d'accordo anche con la terapia. Continui con fiducia.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa