Extrasistoli con esami negativi

18 novembre 2014

Extrasistoli con esami negativi




15 novembre 2014

Extrasistoli con esami negativi

Extrasistoli fastidiose, esami negativi
Gentili dottori,

Sono Marco, un ragazzo di quasi 29 anni che da anni convive con extrasistoli.
Da sempre sportivo amatoriale, con un paio d'anni di agonismo alle spalle, ho iniziato ad avvertire fastidi riconducibili ad extrasistoli circa una decina d'anni fa. Sin dai primi consulti, non è mai risultato niente e non mi è stata mai preclusa l'attività sportiva.
In questo lasso di tempo ho effettuato almeno 4 visite cardiologiche per indagare il fenomeno, con tre diversi cardiologi (uno era un noto aritmologo dell'ospedale Monaldi di Napoli ). In nessun caso sono stati riscontrate patologie congenite o acquisite del cuore.

In tutte le visite mi è stato eseguito ECG ed Eco. Nel caso dell'aritmologo del Monaldi non si arrivò neppure all'Eco. In ogni caso nessuno ha mai preso in considerazione l'ipotesi di un Holter24, neppure quando ho personalmente chiesto se fosse il caso. Nelle ultime due visite mi è stato suggerito di prendere una pasticca metabloccante in caso di situazioni stressanti (al'epoca c'erano gli esami dell'università per esempio ), cosa che ho preferito evitare dal momento che era affidata a me la decisione.
Va detto, in aggiunta, che ho un soffio congenito che a quanto pare è ancora riscontrabile e al quale, anche in questo caso, nessuno dà importanza.

I sintomi che avverto si manifestano al 90% in situazioni di assoluto riposo (dormiveglia, divano, dopo i pasti) o di stress emotivo e variano da brevi aritmie ai famosi colpi in petto sino ad una sorta di sfarfallio alla bocca dello stomaco. A volte anche forti sbalzi di temperatura mi causano un'extrasistole (come se il corpo subisse uno stress improvviso ).
Quando effettuo attività sportiva le extrasistoli sono pressoché assenti

Sono ormai molto preoccupato. Cosa fare? Tra l'altro la morte improvvisa di un amico coetaneo mi ha fatto piombare in uno stato ansioso ancora più persistente.

La ringrazio per la disponibilità
Paolo

Risposta del 18 novembre 2014

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Credo proprio che lei non sia a rischio di morte improvvisa. Però non mi ha detto se le extrasistoli sono atriali o ventricolari e se sono isolate o talvolta " a salve ". L'ecocardiogramma ha forse messo in evidenza un Prolasso della mitrale (vedi il soffio ), che spesso è causa di extrasistoli ?. Le extrasistoli compaiono a riposo e non durante l'attività fisica, perché in questo caso la frequenza cardiaca aumenta e le extrasistoli non trovano " lo spazio " per comparire. Questa situazione non preoccupa i cardiologi, quindi non si preoccupi nemmeno lei.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube