Fascicolazioni

17 ottobre 2006

Fascicolazioni




14 ottobre 2006

Fascicolazioni

Ho 41 anni. Nel mese di giugno del 2005, a seguito di una visita neurologica, richiesta in quanto avvertivo continue parestesie agli arti inferiori (brucire, sensazione di aghi, formicolii), è stata segnalata la presenza di fascicolazioni ad entrambi gli arti inferiori, in ispecie localizzate ai polpacci. Nel contempo sono stati eseguiti esami del sangue (con cpk negativo), elettromiografia e potenziali evocati somatosensoriali, tutti negativi. Anche la risonanza magnetica della colonna vertebrale, come gli altri esami, è risultata nella norma. Ad oggi, ottobre 2006, le fascicolazioni non sono sparite, anzi si manifestano casulamente anche anche alla coscia e agli arti superiori (bicipiti e tricipiti) e permangono parestesie agli arti inferiori. In questo periodo ha eseguitoall'incirca un elettromiografia ogni due mesi, l'ultima giorni fa, tutte negative. Ancnhe l'esame clinico del neurologo, e ho fatto numerose visite, ha confermato l'assenza di una patologia neurologica, ed è stata ipotizzata la sindrome delle fascicolazioni benigne. Dagli ultimi esami del sangue (cpk sempre molto al di soto della soglia) è risultato solo in valore del ASMA (anticorpi muscolo liscio) sopra la norma. Sono fortemente angosciato dall'idea di poter avere la sla, in quanto leggo su internet che le fascicolazioni, certamente presenti (perchè le vedo e le sento), anche se non compaiono nelle varie elettromiografie eseguite, sono indice di una malattia neuronale. Sarei molto grato, se potesse aiutarmi a chiarire il significato delle fascicolazioni, che avverto, ma che non danno indicazione al neurologo o fisiopatologo che esamina il mio caso. Ho molta paura perchè su intenet le fascicolazioni sono associate a sla. Preciso che non ho diminuzione di forza, nè alterazione dei riflessi, nè ipotonia muscolare. Solo un senso di facile affaticabilità. Se provo agiocare a tennis, dopo dieci minuti, ho la sensazione di aver giocato per due ore. Grazie

Risposta del 17 ottobre 2006

Risposta a cura di:
Dott. MASSIMO MUCIACCIA


Senza esame obiettivo e visione degli esami effettuati non posso esprimere un parere esaustivo. Tuttavia è bene precisare che esiste una sindrome delle fascicolazioni benigne, a volte di lunga durata, di genesi non chiara.
Tale sindrome è caratterizzata da fascicolazioni in assenza di alterazioni neurologiche (in particolare i riflessi osteo-tendinei, il tono muscolare ed il trofismo muscolare sono normali). Nel Suo caso, inoltre, anche le EMG sono normali.
In breve, non vi sono assolutamente segni che facciano pensare ad una SLA.
In rari casi la presenza di fascicolazioni può dipendere da altre condizioni, ad es. neuropatie periferiche e radicolopatie: tuttavia l'EMG avrebbe mostrato delle anomalie.
Probabilmente ha già effettuato un esame del sangue per la valutazione del TSH, FT3, FT4, paratormone, elettroliti, viatamina B1, viatamina B12, ac. folico, sideremia, ricerche virologiche, anticorpi antiborrelia burgdorferi, ecc.

Se può essere utile la mia personale testimonianza, Le dirò che molti anni fa, nel periodo di frequenza da specializzando della Clinica Neurologica dell'Università di Bari, avvertii per circa un mese numerose fascicolazioni in varie parti del corpo. Preoccupato da questa sintomatologia inusuale chiesi un parere al mio Professore di Neurologia che mi rispose senza esitazione: è una Sclerosi laterale amiotrofica !!!
Ovviamente scherzava, ed infatti questo problema si risolse spontaneamente.

Cordiali saluti.

Dott. Massimo Muciaccia
Medicina Territoriale
Specialista in Neurologia
BARI (BA)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Domande e risposte sui disturbi dell'umore
17 febbraio 2020
Notizie e aggiornamenti
Domande e risposte sui disturbi dell'umore
Disturbi dell'umore
13 febbraio 2020
Patologie mediche
Disturbi dell'umore
Vittime del web: stressati da facebook
13 febbraio 2020
Notizie e aggiornamenti
Vittime del web: stressati da facebook
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube