Febbricola

27 dicembre 2005

Febbricola




21 dicembre 2005

Febbricola

salve! il mio problema è una febbre non eccessivamente alta che persiste da 3 mesi, ormai. con l'ausilio del medico curante ho indagato facendo ogni tipo di esame, di radiografia, ecografia. . , colonscopia, (vista la mia recente diminuzione di peso, , da 56 a 52). i risultati sono negativi e questo mi genera sollievo ma anche la tensione di non sapere effettivamente quale sia il problema. dal basso della mia ignoranza credo che la febbre possa anche leggersi come una spia di allarme che il corpo rimanda a causa di un problema. sono uscita ieri dall'ospedale dopo cinque giorni di ricovero, hanno aggiunto per maggiore precauzione altri esami ma. . . Non è presente alcun tipo di problema. dicono che sono sana come un pesce e che tutto è perfetto. il ginecologo dell'ospedale mi ha chiesto se prendessi pillole contraccettive, ed effettivamente da circa 5 mesi ho riniziato a prendere la securgin per via di dolori atroci e persistenti durante il ciclo dovuti all'utero retroverso flesso. mi ha consigliato di smettere di prenderla perchè potrebbe essere la causa della febbricola. allora vi chiedo: in che modo la pillola può infierire sull'organismo, apparte ciò che c'è scritto sul foglietto illustrativo? il mio medico curante invece crede che sia un fattore di stress che determina questa alterazione. . . studio, lavoro, sono molto impegnata. . Ma il non potere essere così attiva come prima per via di questa spossatezza mi fa sentire moralmente peggio. . Cosa fare? se poteste rispondermi presto ve ne sarei grata. buone feste

Risposta del 24 dicembre 2005

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


Ha ragione lei, credo che la febbre possa anche leggersi come una spia di allarme che il corpo rimanda a causa di un problema. Lo stress non fa venire la febbre, è solo la scusa dell'ignoranza, riferisca una anamnesi più precisa, tonsilliti, vaccinazioni, quali malattie ha presentato da bambina?.
"ma il non potere essere così attiva come prima per via di questa spossatezza mi fa sentire moralmente peggio. . " questo è indice di una iniziale sindrome da stanchezza cronica, che va curata precocemente prima che si accentui.
Le consiglio:
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD16/56, CD23, CD25,
emocromo e formula, piastrine
anticorpi sierici anti tireoglobulina
anticorpi sierici anti microsoma tiroideo (TPO)
Tireoglobulina
anticorpi sierici anti recettore TSH (anti TRAK)
FT3, FT4, TSH
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
· ANTICORPI ANTI-MICOPL Asma PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-MYCOBACTERIUM TUBERCULOSIS
Con l'oemeopatia si hanno ottimi risultati nella terapia sia della sindrome da stanchezza cronica che nei casi febbrili cronici. Conoscendo l'agente eziologico, i può somministare il genoma di questo, in dosi estremamente basse in modo da stimolare il sistema immunitario.
Saluti Alberto Moschini 3488240402 alberto3691@alice. It

Dott. Alberto Moschini
CARRARA (MS)

Risposta del 24 dicembre 2005

Risposta a cura di:
Dott. GUIDO CANTAMESSA


Rispondo anche a Lei come ho appena risposto alla Signora della lettera con Oggetto: aiuto, in data 21/12.
La febbricola è spesso l'espressione di debolezza organica dovuta a periodi di affaticamento e stress, che causano alterazione del sistema immunitario, con conseguente insorgenza di malattie autoimmuni (tiroiditi, ecc. . . ).
Una volta esclusa una patologia infiammatoria (esami negativi), occorre dunque rinforzare il sistema immunitario: il modo più semplice è quello di prendere un periodo di vero riposo e fare dei bagni caldi la sera.
Eliminare vizi e abitudini di vita scorrette (fumo, alcolici, caffé, alimenti verso cui si è intolleranti, ecc. . . ).
Auguri di Buone Feste!

Dott. Guido Cantamessa
Specialista attività privata
Specialista in Anestesia e rianimazione

Risposta del 27 dicembre 2005

Risposta a cura di:
Dott. ALESSANDRO ROMANO


scusi ma quale è il valore della sua febbricola?

Dott. alessandro romano
Specialista attività privata
Ricercatore
Specialista in Chirurgia maxillo facciale
Specialista in Odontoiatria
ROMA (RM)

Ultime risposte di Malattie infettive

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa