Fitte alla pancia e senso di spossatezza

15 settembre 2014

Fitte alla pancia e senso di spossatezza




08 settembre 2014

Fitte alla pancia e senso di spossatezza

Buongiorno,
Ultimamente (in realtà anche anni fa poteva capitare a volte) ho episodi di fastidi alla pancia uniti a mal di testa e senso di spossatezza, che spesso si risolvono da soli. Sto attento a quello che mangio, non riesco a capire se c'è qualcosa che li scatena o meno.
Un paio di volte è capitato mangiando salmone alla piastra (mi risultava pesante anche da digerire) e il giorno dopo avevo queste fitte (non forti, lievi e localizzate nei fianchi).
Adesso mi è successo di nuovo, non so cos'ho mangiato, forse era una fetta di torta molto dolce.

Si sono aggiunte ieri delle fitte sotto l'ombelico, molto lievi anche questa volta e durate pochissimo. Ieri sera, subito dopo cena, avevo inoltre sudori (mi sentivo quasi la febbre), poi sono stato meglio (l'ho misurata ed era 36, 5) e mi sono ripreso un po'.

Oggi ho ancora questi fastidi di pancia (ma non so come descriverli perché non è un dolore vero e proprio) e vado anche molto al bagno, ma senza avere diarrea (fortunatamente non mi è mai capitato di recente), le feci mi sembrano di consistenza normale (non troppo molli) e il colore pare normale.
Cosa potrebbe essere? Colite? Se va come le altre volte spero si risolva spontaneamente in pochi giorni.

Gli ultimi esami fatti (qualche mese fa, in realtà mirati a cercare la causa di un acufene pulsante) erano tutti a posto, esami del sangue compresi.

C'è anche da dire che sono molto ansioso e tendo a somatizzare tutto.
Da molto tempo inoltre mi capita di sentirmi tirare tutta la pancia e sentirla dura come se fosse un pallone gonfio (con meteorismo), poi ritorna normale da sola.

Grazie mille.

Risposta del 15 settembre 2014

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


I disturbi che lei, accusa sono caratteristici di quella situazione che chiamiamo " colon irritabile", che comprende spesso anche possibile mal, di testa e senso di stanchezza, proprio come succede a lei. Se i disturbi dànno un fastidio eccessivo, si può ricorrere all'uso di blandi antispastici e a quei prodotti che combattono la produzione eccessiva di aria.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Colite ulcerosa
14 aprile 2020
Patologie mediche
Colite ulcerosa
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube