Forte dolore al fianco e gamba sinistra

05 settembre 2012

Forte dolore al fianco e gamba sinistra




10 agosto 2012

Forte dolore al fianco e gamba sinistra

Sono una donna di 45 anni e da quando ha iniziato il caldo ho sempre dei dolori su tutta la parte sinistra, fianco sinistro, gamba sinistra, e certe volte mi prende il dolore nell inguine, sinistro, proprio nell’ attaccatura della gamba, devo precisare che tutto è iniziato ad agosto dell’anno scorso, e mi hanno fatti fare tantissimi esami senza una diagnosi precisa, io ancora oggi non so cosa ho easttaamente se è un problema ostearticolare, una colica renale o qualcosa di peggio? ad aprille dell’anno scorso siccome avevo sempre la pancia dura e gonfia ho fatto colonscopia e gastroscopia, da cui è risultata un gastroduodenite. Esito:RENE DX: in sede normoconformato, dimensioni e profilo regolare. Quota cortico-midollare normorappresentata in assenza di formazioni espansive patologiche. Piccole cisti corticali di dim. al di sotto dei cm. Spots iperecogeni di cui 1 al polo inf di 4 mmcon tendenza al cono d'ombra come da microlitiasi. RENE SN: sovrapponibile al controlaterale con accumulo di echi di 5 mm con cono d'ombra come da microlitiasi al gruppo caliceale medio-inf in assenza di dilatazione delle vie escretrici. SURRENE DX e SN: nei limiti VESCICA: ben distesa, pareti regolari in assenza di difetti riempimento endoluminali ed in assenza di note flogistiche in atto. Allora ho ordinato una risonanza magnetica rachide lombosacrale e rachide cervicale per vedere se poteva esserci una punta dernia. ESITO:verticalizzazione antalgica del rachide lombare. In L5-S1 minima protusione discale mediana in assenza di significative impronte sul sacco durale. Canale vertrebrale di normale ampiezza. Normoallineati sul piano saggitale i metameri lombariho ritirato anche la rm al rachide cervicale, esito: altreazione di segnale a livello delle unità disco somatiche compresi tra C4-C7 in rapporto a fenomeni di disidratazione e atrosi interapofisiaria. In C4-C5, C5-C6 modesta protusione discale mediana con modesta impronta sull'asse meningo mielico. Assenza di espansi endomidollari evide

Risposta del 05 settembre 2012

Risposta a cura di:
Dott. PASQUALE PRISCO


Gentile paziente,
ha provato a richiedere una visita chirurgica presso un ambulatorio di un ospedale importante?
L'ernia inguinale, o altre patologie della zona dolente, vengono diagnosticate con una visita.
Comunque non escluderei un controllo dal suo ginecologo di fiducia.
Saluti ed Auguri
P. S. mi faccia sapere. . . .

Dott. Pasquale Prisco
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Torre Annunziata (NA)

Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa