Frattura a cuneo di l2 post traumatica

11 novembre 2019

Frattura a cuneo di l2 post traumatica




29 giugno 2018

Frattura a cuneo di l2 post traumatica

In seguito ad un incidente sportivo, avvenuto il 2 Maggio, mi è stata diagnosticata al pronto soccorso, in seguito a rx, Tc e Rmn, una frattura a cuneo di L2 Post traumatica. Il neurochirurgo che mi segue mi ha prescritto 30 giorni di busto C35 ed in seguito Tc e visita di controllo. Il neurochirurgo che mi ha visitato, dopo un mese, ha detto che la Tc, eseguita dopo un mese dall'incidente, obietta la calcificazione di L2, la cui deformità è rimasta invariata. Mi ha consigliato di portare il busto per 3 mesi e in seguito Rm lombosacrale. Inoltre, mi ha detto di poter riprendere la mia vita normale, anche utilizzando mezzi di trasporto. Lei cosa ne pensa? Non potrebbe compromettere la guarigione?

Risposta del 11 novembre 2019

Risposta a cura di:
Dott. PASQUALE PRISCO


La deformità a "cuneo" vertebrale, post -traumatica non è suscettibile di una riparazione anatomiche.
Attualmente alcune tecniche neurochirurgiche migliorano la deformità nell'immediato mediante iniezioni nella vertebra di una sostanza che ne favorisce la ricostruzione.
Ma il consiglio del corsetto C 35 è classico e dovrebbe eliminare la sintomatologia dolorosa e i pericoli di un aggravamento e di qualche complicanza a carico delle formazioni nervose.
Dopo due mesi è possibile riprendere con precauzione una normale vita di relazione.
Infatti la terapia eseguita è quella in genere ritenuta più opportuna.

Dott. Pasquale Prisco
Medico Ospedaliero
Specialista convenzionato
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Torre Annunziata (NA)

Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube