Frattura insufficienza sacrale

04 luglio 2014

Frattura insufficienza sacrale




04 luglio 2014

Frattura insufficienza sacrale

Gentile dottore, in merito ai chiarimenti da lei richiesti il 1° luglio scorso, le espongo il mio caso. Per dolori alla gamba destra, con problemi di deambulazione, il medico ha diagnosticato sciatalgia ma, dopo 10 punture di Deflonac e Muscoril, non è passato. Allora mi ha prescritto 4 giorni di cortisone e ho avuto un miglioramento, consigliandomi però alcuni esami. La RMN ha evidenziato una piccola massa oscura e mi sono sottoposta a TAC, mammografia e scintigrafia, escludendo il tumore, però mi è stata suggerita una biopsia ossea che un radiologo e un ortopedico di una clinica oncologica hanno ritenuto superflua, diagnosticando una frattura da insufficienza sacrale in soggetto osteoporotico, escludendo altri esami. Ho consultato allora un altro ortopedico che ha diagnosticato una lombo-sciatalgia latente bilaterale e radicolopatia in soggetto con disco-spondilopatia lombo-sacrale (sospetta frattura da stress al sacrale dx ), consigliandomi una RMN tra 4-6 mesi. La terapia è Bentelan per 10 gg. e l’ uso di un busto lombare basso con stecche posteriori come prevenzione sforzi. Il medico di base mi ha sconsigliato il cortisone perché danneggia l’ osso, proponendomi il Nicetile ma, essendo intollerante a tutti gli integratori (mi producono crampi addominali ), non posso prenderlo. Così come temo di farmi le punture di Difosfonal e prendere le compresse di Rocaltrol sempre per i crampi. Chi ha ragione? Francamente, sottopormi ad un’ altra risonanza mi sembra superfluo (a cosa può servire se già si sa che è una frattura? ). Una radiografia non sarebbe meglio? Magari farne una ora e un’ altra tra 4-6 mesi per vedere se la frattura si è risanata? E cosa fare per le me ossa? Grazie per l’ attenzione

Risposta del 04 luglio 2014

Risposta a cura di:
Dott. PASQUALE PRISCO


Gentile paziente,
La situazione è più chiara.
Concordo il pieno con la terapia proposta dal suo medico.
Non credo che i farmaci che ha citato possano provocare crampi allo stomaco, comunque sono necessari.
Provi ad usare dei protettori gastrici, tipo pantoprazolo, durante laterapia.
Assolutamente da sconsigliare i corticosteroidi sotto qualunque forma farmaceutica. E i danni allo stomaco sarebbero più gravi.
Se vuole mi tenga informato, tra qualche mese.
Saluti.

Dott. Pasquale Prisco
Medico Ospedaliero
Specialista convenzionato
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Torre Annunziata (NA)

Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube