Fumatore

02 dicembre 2004

Fumatore




29 novembre 2004

Fumatore

Salve, sono un ragazzo di 23 anni, fumatore da quando ne avevo 15. Da un po' di tempo mi capita che dopo aver tossito, soprattutto al mattino o dopo aver fatto attività fisica, senta la necessità di sputare e nello sputo compaiono delle macchie scure, quasi nere. Cosa sono? E' forse il catrame delle sigarette? E' da escludere che sia sangue? Ho smesso di fumare da quasi un mese e questo fenomeno si è accentuato, come se i miei polmoni si stessero "ripulendo"; è possibile? La ringrazio anticipatamente per la risposta

Risposta del 02 dicembre 2004

Risposta a cura di:
Dott. VINCENZO MARTUCCI


Più che una domanda sembra un indovinello! Per poter rispondere bisognerebbe constatare direttamente e non è detto che basti neanche questo. Pertanto Le suggerirei di rivolgersi al Suo medico che forse con un paio di domande potrebbe risalire alla causa di queste macchie o, se persistessero i dubbi potrebbe sottoporla ad un esame dell'escreato. Lei, comunque, è sicuro che non sia esposto a inalazione di polveri? A volte anche la terra che si respira frequentando ambienti molto polverosi si può presentare nello sputo proprio sottoforma di "macchie nere"

Dott. Vincenzo Martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)

Risposta del 02 dicembre 2004

Risposta a cura di:
Dott. VINCENZO MARTUCCI


Mi scusi, dimenticavo di rispondere sul catrame. Volesse il cielo che si eliminasse in un modo così efficiente! quello, purtroppo si deposita nei polmoni e si fissa. L'eliminazione comunque si verifica con scarsa efficienza e richiede tantissimi anni per avere solamente una semplice riduzione del catrame. Tenendo presente anche questo tenga dunque duro nel proposito di non fumare più!

Dott. Vincenzo Martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)

Ultime risposte di Malattie infettive




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa