Fumo e tonsille

31 marzo 2006

Fumo e tonsille




28 marzo 2006

Fumo e tonsille

Gentile dottore, sono appena stato dimesso da un ricovero ospedaliero per un ascesso tonsillare, da giorni sono sfebbrato e il gonfiore si è notevolmente ridotto. Sono putroppo consapevole dei danni generali arrecati dal fumo ma so che lei capisce la difficoltà che un affetto da tabagismo riscontra nel rinunciare alla sigaretta. . Premettendo che coglierei l'occasione per ridurre drasticamente posso già concedermi qualche sigaretta nonostante la non raggiunta completa guarigione o rischio di reinfiammare drasticamente la tonsilla incriminata? La prego di capire che ahimè non si tratta di un capriccio bensì di una seria difficoltà nella completa astensione dal fumo. . Grazie per l'attenzione, Enrico

Risposta del 31 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. TONINO GRASSO


Le consiglio di cogliere l'occasione per smettere di fumare. Non ne avrà molte altre per campare 10 anni di più.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)

Risposta del 31 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI CARUSO


Lei deve considerare che fumare una sigaretta su una cicatrice di un ascesso tonsillare è come togliere i punti da una ferita chirurgica dopo una ora dall'itervento chirurgico, anche se sono passati diversi giorni dall'episodio ascessuale. . . .
Faccia lei. . . .
Meglio rinunciare alla sigaretta!!!

Dott. Giovanni Caruso
Medico Ospedaliero
Specialista in Otorinolaringoiatria
ACQUI TERME (AL)

Ultime risposte di Malattie infettive

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa