Gas intestinali

14 dicembre 2005

Gas intestinali




11 dicembre 2005

Gas intestinali

Ho 29 anni, negli ultimi sette ho notato una aumento della presenza di gas intestinali. Questo comporta ogni tanto, soprattutto in condizioni di stress, forti "borbottii" dovuti all'impossibilità di far uscire liberamente i gas. Mangio sempre abbastanza in fretta e sono un fumatore: si può cosiderare questo fenomeno aereofagia? Come si può evitare di "mangiare l'aria"? Ho sentito parlare di meteorismo, cos'è? Grazie fin d'ora per la cordiale attenzione. Enzo, Roma.

Risposta del 14 dicembre 2005

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


La flora intestinale deve essere adeguata, abbiamo germi buoni che ci aiutao nella digestione, producono vitamine del gruppo B, e ci mantengono in buona salute tutto l'intestino, chiamato il secondo cervello, se questa flora intestile, per abuso di antibiotici, farmaci, stravizzi dietetici, non la alimetiamo, o quanto altro, si sposta verso una flora cattiva, che produce gas, è come avere una pompa che produce in continuazone aria. Pertanto non è aereofagia, ma la pompa che produce continuamente aria. Non importa mangiare in fretta o piano, ma quello che si mangia, faccia un elenco dei cibi che mania prevalentemente, forse in quelli sta l'errore, maanche in quelli che non mangia, come le verdure, che contengono inulina, fibra indigeribile, ma che alimenta la flora intestinale buona. Saluti Alberto Moschini 3488240402

Dott. Alberto Moschini
CARRARA (MS)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube