Gastrite atrofica e metaplasia intestinale

23 gennaio 2018

Gastrite atrofica e metaplasia intestinale




18 gennaio 2018

Gastrite atrofica e metaplasia intestinale

Buonasera, A settembre 2017 causa dolori alla bocca dello stomaco e petto che sembrava un attacco cardiaco ho eseguito un altra Egds che riporto: eseguita Gastroscopia. indicazione:epilgastria e reflusso -L'esofago è ben distensibile, rivestita da mucosa liscia ed integra sino al terzo inferiore dove si osserva singola erosione a reflusso. Cardias in sede ipocontinente. -Stomaco:Ben distendibile, con modesto residuo limpido. La mucosa del fondo-corpo è liscia ed integra. A livello antrale si osserva mucosa iperemica ma integra. (Biopsie) -Il piloro è reoglare. -Duodeno:Il bulbo e la II porzione sono regolari. Conclusioni: Esofagite da Reflusso Grado A di Los Angeles. Ipocontinenza Cardiale Gastropatia Iperemica in Attesa di Istologico. Eseguiti prelievi per ricerca HP. esame Istologico: Materiale inviato:Antro Mucosa Iperemica ma Integra. Descrizione:due Frammenti 0. 2cm Giudizio Diagnostico: Lembi di mucosa Gastrica Antrale con Gastrite Cronica Atrofica moderata ad Attività focale lieve e Metaplasia intestinale. Helicobacter Pylori:postivo Sono andato a visita dal Gastroenterologo, La metaplasia intestinale è uno dei segni di accompagnamento della gastrite atrofica, Non è assolutamente detto che diventi displasia. . . una volta compiuto il tentativo di eradicazione dell helicobacter può essere consigliato effettuare la gastroscopia ogni 2/3anni come da linea guida. A questo punto ho cercato sul Web notizie e in molti articoli ho trovato la conferma che è una forma precancrosa. . quindi domanda secca la mia Gastrite cronica antrale Atrofica con Metaplasia intestinale È destinata a diventare displasia e poi mutare in Tumore? IControlli endoscopici ogni quanto tempo? Grazie per le future risposte.

Risposta del 23 gennaio 2018

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Sono perfettamente d' accordo con il gastroenterologo, che si è spiegato molto bene. Nessuno può dire come evolverà nel corso degli anni la sua gastrite, ma oggi sappiamo che - eliminato l' Helicobacter - potrebbe fermarsi nello stadio in cui è adesso o addirittura regredire. Quindi, si faccia prescrivere la terapia per eliminare i batteri e viva tranquillo, anche se dovrà fare un controllo tra due-tre anni.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio

Tags:


Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa