Gastrite corrosiva

15 maggio 2010

Gastrite corrosiva




10 maggio 2010

Gastrite corrosiva

A seguito dolori addominali e gonfiore dello stomaco, in data 08/06/09, ho fatto una esofagogastroduodenoscopia di controllo essendo stato sottoposto, nel 19987, a terapia per combattere gli elicobacter pylori, rsultati positivi al test rapido all'ureasi con questa diagnosi: ESOFAGO: non lesioni. Cardias in sede;
STOMACO: mucosa del corpo-fondo di aspetto macrospopico normale, mucosa antrale ipewremica con evidenza, in sede pre-pelorica, regione sotto-angolare, di una lesione ulcerativa (4 mm) col fondo riucoperto da fibrina (6bx). Piloro regolare.
DUODENO: ampio ed indenne fino alla seconda porzione.
Helicobacter pylori: positivo (test rapido all'ureasi).
REFERTO ISTOLOGICO: Gastrite corrosiva. Helicobacter pylori positivo.
Dopo essere stato sottoposto a terapia con Lucen 40, Motilex e Lucen 20ho eseguito una ulteriore esofagogastroduodenocopia di controllo con questa diagnosi:
ESOFAGO: non lesioni. Cardias in sede.
STOMACO: mucosa del corpo-fondo di aspetto macroscopico normale. Mucosa antrale lievemente iperemica con evidenza, in sede pre-pilorica, regione sotto angolare, di una cicatrice lineare (3mm) di colorito biancastro, come da pregressa lesione ulcerativa. Piloro regolare.
DUODENO: ampio ed indenne fino alla seconda porzione.
Test per HP E' RISULTATO NEGATIVO.
Con questi esami e diagnosi mi è stato consigliato di assumere, al bisogno una compressa di Lucen 20.
Ma è necessario controllare la Gastrite corrosiva. A cosa posso andare incontro in futuro. Dimenticavo: ho 65 anni.
Riconosco di aver abusato nell'alimetazione con cibi grassi e piccanti. Cosa mi consiglia di fare ora che gli H. P. sono negativi?.
Grazie per la gentiile risposta

Risposta del 15 maggio 2010

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Se l'Helicobacter è stato eliminato, non dovrebbe rischiare più nulla. Tuttavia, le biopsie eseguite in corso di terapia con l'esomeprazolo, possono dare dei falsi negativi. conviene fare un esame del sangue per controllare che gli anticorpi anti-helicobacter siano scesi a zero. In ogni caso, un ulteriore controllo tra un anno, con gastroscopia e biopsie multiple, per scrupolo, va fatto.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Rettorragia
26 novembre 2019
Sintomi
Rettorragia
Disbiosi intestinale: come si cura
22 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Disbiosi intestinale: come si cura
Cos’è la disbiosi intestinale
15 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Cos’è la disbiosi intestinale
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube