Gastrite di grado marcato, displasia indeterminata

07 gennaio 2015

Gastrite di grado marcato, displasia indeterminata




03 gennaio 2015

Gastrite di grado marcato, displasia indeterminata

Gentili Dottore,
ho fatto i seguenti esami
1^ EGDS
Referto:Esofago a circa 23 cm dall'a. D. Linea z in sede con una erosione<5 mm. Cardias incontinente. Stomaco con pliche plastiche e ben distensibili, mucosa marezzata con presenza in antro prepilorico di ulcera di circa 4 mm, con fondo ricoperto di fibrina, si esegue bio. Piloro iperemico. Duodeno:bulbo e II porzione normale. HP positivo.
Terapia:Rabepraz. 20 1cpx2 a digiuno 2 sett, poi 1 cp al matt 4 sett, claritr. 500+amoxic. 1g 1cpx2(1 h dopo colaz e cena)7gg
Referto istologico
Frammenti superficiali di mucosa gastrica antrale con reperto di gastrite cronica attiva microerosiva di grado moderato/severo;Focolaio di atrofia ghiandolare di grado lieve;Immagini di displasia ghiandolare indeterminata, verosimilmente reattiva;HP positivo (++)
2^ EGDS (dopo un mese)
Referto:L'ulcera segnalata nell'esame precedente è riepitelizzata, si eseguono prelievi bioptici di controllo.
Terapia:Rabepraz. 20 1cp prima di colaz a giorni alterni 3 mesi. Visita di contr. fra 3 mesi.
Referto istologico
Gastrite cronica di grado marcato, focalmente attiva, erosiva, in superficiali frammenti di mucosa antrale con iperplasia foveolare rigenerativa, alcuni dei quali in atteggiamento pseudo-polipoide;si segnala la presenza di superficiali focolai di displasia indeterminata, verosimilmente reattiva;HP negativa. Si consiglia follow-up.
Il gastroenterologo mi tranquillizza. Ho qualche preoccupazione su:gastrite di grado marcato e displasia indeterminata.
Gradirei, cortesesemente, la sua opinione. Grazie

Risposta del 07 gennaio 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


No, non deve preoccuparsi. Credo anch'io che si tratti di un quadro infiammatorio su una cicatrice di un'Ulcera recente. Forse ha fatto un controllo troppo vicino all'esame precedente e quindi la lesione non è ancora guarita del tutto. Quando vi è una forte infiammazione, la distinzione tra cellule infiammatorie e alte che assomigliano a una displasia non è facile. Infatti è stata definita displasia indeterminata, quindi non certa. Comunque, d'accordo su un prossimo controllo.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Colite ulcerosa
14 aprile 2020
Patologie mediche
Colite ulcerosa
Un batterio per amico
21 febbraio 2020
Quiz e test della salute
Un batterio per amico
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube