Gastrite ipersecretiva ed esofagite complicata da ernia iatale

28 gennaio 2006

Gastrite ipersecretiva ed esofagite complicata da ernia iatale




25 gennaio 2006

Gastrite ipersecretiva ed esofagite complicata da ernia iatale

Vorrei sapere se ci sia un rimedio omeopatico inerentemente al mio caso. Mi permetto brevemente di esporle il mio caso: Ho 26 anni e da circa 6 anni soffro di gastrite ipersecretiva-ipertrofica con pliche difficilmente distensibili, ernia iatale ed esofagite da reflusso di 2° grado. I sintomi vanno dal bruciore intenso alla bocca dello stomaco, al dolore diurno e notturno, all'eruttazione, nausea, mal di testa, stanchezza. Ho attraversato periodi buoni a periodi negativi, come quello attuale. Ho tentato di curarmi con i farmaci della medicina tradizionale quali IPP, procinetici, misoprostol ecc. da soli o addirittura associati tutti e tre e devo dire che ho vissuto qualche periodo buono, soprattutto quando associavo all'ipp il misoprostol. Mi sono reso conto però che non so fino a che punto sia possibile assumere farmaci, del resto i medici che mi hanno trattato mi hanno sempre prospettato l'idea di prenderli per tutta la vita e questo in me genera molte ansie e paure. Tra le altre cose gli effetti collaterali di una terapia del genere erano sempre di un certo livello, diarrea o costipazione, nausea, mal di testa, bocca amara e flatulenza in primis. Non contento di ciò, un gastroenterologo per un periodo mi prescrisse anche un antidepressivo che ho assunto per 6 mesi circa, ma che mi causava stitichezza, nausea marcata, problemi alla sfera sessuale e senza perarltro ricevere alcun beneficio da questo farmaco. Stanco di assumere sempre farmaci e di non riuscire a star bene, ho deciso di provare la fitoterapia e la cosiddetta "medicina naturale" e grazie ad essa sono stato 9 mesi senza assumere più alcun farmaco tradizionale, ma poi ho avuto un ulteriore ricaduta, perchè più che di medicina naturale in realtà era uno stile di vita che alla lunga mi causava stress. Tutt'ora in questo periodo di riacutizzazione sto assumendo oltre al lansoprazolo (1 cp da 30 mg al mattino) anche succo di aloe e delle gocce di ficus carica, melissa, tilia e passiflora. Sperando di non averle rubato del tempo prezioso, le porgo i miei più cordiali saluti.

Risposta del 28 gennaio 2006

Risposta a cura di:
Dott. RAFFAELE PASTORE


" più che di medicina naturale in realtà era uno stile di vita che alla lunga mi causava stress"
Gentile amico, Lei ha colto nel segno.
Il suo problema ha almeno due cause scatenanti : stile di vita e situazioni emozionali stressanti.
Si rivolga tranquillamente ad un medico di medicina integrata : fitoterapia, fiori di Bach e scelte di vita diverse la rimetteranno in forma, purchè Lei sia costante.

Dott. Raffaele Pastore
Medicina generale convenz.
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
JESI (AN)

Ultime risposte di Allergie


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube