Geloni

17 febbraio 2006

Geloni




14 febbraio 2006

Geloni

Durante le settimane passate, mi sono stati diagnosticati i geloni alle mani dal mio medico di famiglia, che mi ha prescritto una profilassi a base di un blando vasodilatatore. Nei giorni seguenti, oltre ad avere le mani paonazze e sempre fredde ho cominciato ad accusare dolori all'avambraccio e in generale le vene superficiali del corpo mi sembrano essere più evidenti e di colore bluastro. Può essere un disturbo legato ai geloni o è un altro problema?

Risposta del 17 febbraio 2006

Risposta a cura di:
Dott. TONINO GRASSO


E' forse ascrivibile, il disturbo più recente, all'effetto del farmaco, che fa giungere in periferia una maggiore quantità di sangue, causando un ingorgo dei vasi venosi.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)

Risposta del 17 febbraio 2006

Risposta a cura di:
Dott. VITO DE CARO


il disturbo e' senzaltro legato ai geloni(lesioni ertemato-violacee dell'estremita' delle dita che sopravvengono col freddo e, soprattutto, col freddo umido). Sono dovuti a una vaspcostrizione progressiva e ripetuta delle arteriole, associata auna vasodilatazione con stasi venulare.
La terapia si basa oltre che con i vasodilatatori del suo medico curante con bagni alternativamente caldi e freddi e con massaggi o frizioni con: tannino gr5 alcool a 60° 100ml
distinti saluti

Dott. Vito De Caro
Medico Ospedaliero
Specialista in Igiene e medicina preventiva
Specialista in Patologia clinica
NAPOLI (NA)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube