Gent.issima dot.ssa baldo

11 dicembre 2006

Gent.issima dot.ssa baldo




08 dicembre 2006

Gent.issima dot.ssa baldo

Mi rivolgo a Lei Dottoressa Baldo in quando la stimo e la rispetto anche se non ci conosciamo ma per le risposte sempre serie ed esaustive che da a chi Le porge domande. A tal proposito Le tento di spiegare quello che mi sta capitando da qualche mese all'incirca da giugno. In pratica fino ad allora ero un 19enne felice poi ho iniziato a preoccuparmi per la mia allergia alle graminacee e per il mio terrore dell'asma che tuttavia non è presente. Da questo momento la mia vita prende una brutta piega:senso continuo di stanchezza mentale, stordimento e vertigini, formicolii e veri tremolii alle mani, ogni giorno un male diverso in varie parti del corpo. Ovviamente all'inizio ho cercato di escludere tutte le cause fisiche facendo vari esami e visite specialistiche che effettivamente hanno escluso problemi fisici e quindi non mi resta che pensare ad ansia generalizzata o depressione mascherata. Purtroppo negli ultimi giorni ho un umore molto ma molto basso perchè mi ricordo di me prima di questi problemi e penso se un giorno tornerò a ridere veramente;in più nella mia testa sembra ci siano due persone una che si è stufata di questa vita da giugno a questa parte ed un'altra che subito la contrattacca e dice che si può risolvere tutto rivolgendosi ad uno psichiatra o psicologo. La mia paura è quella di poter fare delle sciocchezze di non riuscire più a controllare il mio Io e questo mi fa stare male. Lei cosa mi può dire e cosa mi consiglia?Mi scuso per essermi dilungato ma mi creda vivere così non è facile. Cordiali saluti

Risposta del 11 dicembre 2006

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA ADELAIDE BALDO


Ha fatto bene a fare gli esami clinici per escludere cause fisiche. Credo che lei soffra di un problema di tipo ossessivo, cioè la sua mente si è "fissata" su alcune paure e da lì non si smuove. Credo che farà bene a consultare uno psichiatra, possibilmnete con competenze anche psicoterapeutiche. Prima si dovrà fare una diangosi precisa e poi si provvederà con i farmaci opportuni (che probabilmnete saranno antidepressivi e ansiolitici) ma anche con una psicoterapia.

Dott. Ssa M. Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Domande e risposte sui disturbi dell'umore
17 febbraio 2020
Notizie e aggiornamenti
Domande e risposte sui disturbi dell'umore
Disturbi dell'umore
13 febbraio 2020
Patologie mediche
Disturbi dell'umore
Vittime del web: stressati da facebook
13 febbraio 2020
Notizie e aggiornamenti
Vittime del web: stressati da facebook
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube