Glicemia

23 giugno 2010

Glicemia




25 marzo 2010

Glicemia

Buongiorno Sono un uomo di 54 anni, alto cm. 180 per 73 kg. di peso corporeo, non pratico sport, faccio una vita sedentaria ma sono molto attento alla dieta. Il mio problema è l'alterata glicemia a digiuno da circa 25 anni; i valori sono i seguenti: mattino 110-118 prima di pranzo 80-90 3 ore dopo pranzo 95-100 Colesterolo totale 205 ldl 150 hdl 46 Sono a rischio o sono diabetico? Oltre alla dieta e al movimento posso fare dell'altro? Perchè al mattino i valori sono più alti? Grazie per la disponibilità.

Risposta del 26 aprile 2010

Risposta a cura di:
Dott. LUCIANO ONIDA


Direi proprio che Lei non è diabetico ma al massimo ha una ridotta tolleranza al glucosio (IGT), che si può accertare con sicurezza mediante una test da carico di glucosio. Con gli esami che riporta non mi pare ci sia altro da fare, salvo ripetere un profilo glicemico a 5 punti (a digiuno, subito prima del pranzo, 2 ore dopo il pranzo, subito prima di cena, 2 ora dopo cena). I valori post-prandiali non dovrebbero essere 140. La glicemia più alta al mattino non è una cosa rara.

Dott. Luciano Onida
Specialista attività privata
Specialista in Cardiologia
Specialista in Medicina interna
Milano (MI)

Risposta del 23 giugno 2010

Risposta a cura di:
Dott. RAFFAELE CANALI


Con gli esami riportati si puo' parlare di alterata glicemia a digiuno, e dato che i valori sono alterati da anni, è consigliabile curva da carico e determinazione della emoglobina glicata. Per quanto concerne il profilo lipidico, data la disglicidemia, sarebbe ottimale avere un ldl ch a100. Le consiglio inoltre visita oculistica, visita cardiologica con ecg e rilevazione pressione arteriosa, onde escludere complicanze in atto. Buona serata.

Dott. Raffaele Canali
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio
Desio (MB)

Risposta del 23 giugno 2010

Risposta a cura di:
Dott. RAFFAELE CANALI


Per quanto concerne la glicemia piu'alta a digiuno, questo è molto frequente nel Diabete tipo 2, ed è dovuta a una iperproduzione epatica(di glucosio)non ben controllata da insulina.

Dott. Raffaele Canali
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio
Desio (MB)



Ultime risposte di Diabete tiroide e ghiandole

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Diabete di tipo 2, la prevenzione è fondamentale
Diabete tiroide e ghiandole
14 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Diabete di tipo 2, la prevenzione è fondamentale
Tiroide: una ghiandola fondamentale per il metabolismo
Diabete tiroide e ghiandole
03 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Tiroide: una ghiandola fondamentale per il metabolismo
Diabete tipo 2, una dieta sana con frutta intera riduce il rischio
Diabete tiroide e ghiandole
04 luglio 2021
Notizie e aggiornamenti
Diabete tipo 2, una dieta sana con frutta intera riduce il rischio