Gonfiore al braccio

15 aprile 2005

Gonfiore al braccio




13 aprile 2005

Gonfiore al braccio

Sono stata operata nel 2001 alla mammella (quadrantectomia s. E. Con svuotamento del cavo ascellare)
Giugno 2004 mi si è gonfiato braccio e mano di circa cm. 3 di
diametro. Ho fatto un ciclo di linfodrenaggio, ma dopo un breve miglioramento mi è tornato il gonfiore come prima.
Gradirei sapere se ci sono cure alternative. Grazie.

Risposta del 15 aprile 2005

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO CAPRETTI


Gentile Signora,
lo svuotamento acellare ( linfoadenectomia) può comportare quale complicazione il linfedema dell'arto superiore che può cronicizzarsi come nel suo caso. Vi sono diverse terapie alcune consolidate, altre in via di sviluppo. Il bendaggio e l'associazione del linfodrenaggio manuale può essere una valida terapia se ripetuta ( cicli terapeutici) durante l'anno. Attualmente vi è una apparecchiatura elettromedicale che permette di effettuare il linfodrenaggio meccanico associato a un massaggio dei tessuti che promette molto bene.
Per motivi di pubblicità non mi è possibile fornirLE il nome commerciale, tuttavia rimango a disposizione per ulteriori informazioni.
Le invio i miei più cordiali saluti.

Dott. Alberto Capretti
Medico Ospedaliero
Specialista in Chirurgia plastica ricostruttiva
MILANO (MI)



Ultime risposte di Malattie infettive

Tags:


...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Bellardita, psicologa: tieni a mente il long covid
Malattie infettive
27 novembre 2022
Speciale Coronavirus
Bellardita, psicologa: tieni a mente il long covid
Infezioni ospedaliere, la sola igiene previene fino al 70% dei casi
Malattie infettive
24 novembre 2022
Notizie e aggiornamenti
Infezioni ospedaliere, la sola igiene previene fino al 70% dei casi
Covid-19: una app permetterà di rilevare l’infezione?
Malattie infettive
19 novembre 2022
Speciale Coronavirus
Covid-19: una app permetterà di rilevare l’infezione?
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa