Helicobacter pylori

12 aprile 2002

Helicobacter pylori




Domanda del 10 aprile 2002

Helicobacter pylori


Sono una donna di 39aa,in seguito a ripetuti dolori epigastrici preceduti da pirosi,eruttazione e,reflusso acido, ho eseguito il:"Breath test" con esito positivo per la presenza dell'Helicobacter Pylori. Vorrei sapere:se avviene e come un vero e proprio contagio, se c'è un tempo di incubazione, qual'e' il suo Habitat migliore per crescere e,dopo aver eseguito una terapia mirata di 1 settimana intensiva a base di antibiotici ed omeprazolo,in quanto tempo ci si puo' ritenere guariti. E infine, come accorgersi in tempo di una eventuale recidiva, visto che i dolori con cui l'HP si è manifestato nel mio caso sono stati drammatici e complicati da vomito (4-5 ore continue di vomito).
Risposta del 12 aprile 2002

Risposta di ANTONIO MARRAFFA


La terapia praticata è corretta.I sintomi non sono correlati alla presenza dell'Helicobacter,poichè si è visto che non c'è una stretta correlazione tra sintomatologia e presenza del batterio.Generalmente,basta un ciclo per eradicare l'Helicobacter,ma ciò,come detto,non significa che i sintomi debbano cessare.In ogni modo,se i sintomi dovessero persistere è necessario praticare un secondo ciclo di terapia e poi un esame di controllo.

Dott. ANTONIO MARRAFFA
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata



Il profilo di ANTONIO MARRAFFA
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Ultime risposte di Stomaco e intestino



Potrebbe interessarti
Le noci aiutano il microbiota
Stomaco e intestino
11 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Le noci aiutano il microbiota
Diarrea del viaggiatore, che fare
Stomaco e intestino
10 agosto 2018
Notizie e aggiornamenti
Diarrea del viaggiatore, che fare
Celiachia
Stomaco e intestino
16 luglio 2018
Patologie
Celiachia