Ho paura!

30 novembre 2015

Ho paura!




24 novembre 2015

Ho paura!

Stim. Prof. Tittobello buonasera,
ho paura, paura di avere qualcosa di brutto allo stomaco. Le spiego. Da diversi mesi soffro di bruciore allo stomaco, un bruciore che va dalla gola a sotto lo sterno. La gastroscopia eseguita a giungo dice:
esofago regolare per decorso e calibro
cardias incontinente.
Stomaco a pareti elastiche e pliche regolari.
Conclusioni: gastrite
duodenite in definizione istologica.
L'esame istologico dice:
Architettura: villosa
Villi: normali
Rapporto villi/ cripta: normale
Enterociti: normali, brush-border normale
Linfociti intraepiteliali: normali
Cripte: normali
Lamina propria: edema, incremento di linfociti di plasmacellule
Diagnosi istologica:
quadro compatibile con diagnosi di duodenite cronica aspecifica di grado moderato
Mucosa gastrica di tipo antro
Gastrite cronica di grado lieve
Assenti Helicobacter pylori
Da persona non addetta ai lavori mi pare di capire che dalla gastroscopia non emergono problemi di reflusso, ma una visita dall'otorino parla di reflusso gastroesofageo, confermato dall'esame laringofaringeo. Per 3 mesi ho assunto pantopan da 40 in prima battuta poi da 20. Poichè lamentavo difficoltà a digerire la mia farmacista mi ha consigliato di sospendere pantopan e da luglio assumo BIOANACId o CALMACID. Per un po'di tempo la situazione era migliorata ma da qualche settimana il bruciore e il raspino con del catarro fluido e chiaro sono ritornati. A volte comincia al mattino dopo colazione e prosegue fino a quando vado a coricarmi. E pensare che ho provato a sospendere completamente i lattici, tutti gli alimenti contenente glutine. Non mangio nè fritti, nè grassi, nè dolci, insomma evito tutto quello che va evitato. Professore, ho paura! Ho bisogno del suo aiuto! Grazie.

Risposta del 30 novembre 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Paura ? Di che cosa ha paura ? La gastroscopia ha mostrato la presenza di una lieve infiammazione delle mucose gastrica e duodenale, poco importante dal punto di vista clinico. Per quanto riguarda il reflusso, sono più importanti i sintomi della gastroscopia, perché vi può essere reflusso ( anche molto fastidioso ) senza infiammazione dell' esofago. D' altra parte è risultato un cardias incontinente ( la valvola che abbiamo tra esofago e stomaco ) e questa situazione favorisce il reflusso. Quindi il consiglio è di riprendere la terapia prescritta dal suo medico, eventualmente completata da una dose serale di alginato e soprattutto abbandonare la paura !

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino


Vedi anche:


Ultimi articoli
Rettorragia
26 novembre 2019
Sintomi
Rettorragia
Disbiosi intestinale: come si cura
22 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Disbiosi intestinale: come si cura
Cos’è la disbiosi intestinale
15 novembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Cos’è la disbiosi intestinale
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube