Il mio ragazzo è in preda all'ansia

19 dicembre 2014

Il mio ragazzo è in preda all'ansia




13 dicembre 2014

Il mio ragazzo è in preda all'ansia

Sto insieme a un ragazzo da quasi un anno. Abitiamo in due città diverse ma abbastanza vicine e finora ci siamo sempre visti con regolarità ;. Lui è sempre molto presente, affettuoso e mi ha sempre fatta sentire amata. E’ un po’ insicuro, con l’ autostima non alle stelle, viene da una famiglia non facile, ma negli ultimi anni, a detta sua, è migliorato molto. Sembrava gratificato dalla sua relazione con me e si è sempre mostrato felice. Io lo considero una persona buona, semplice, anche se con un piglio di orgoglio e sana competitività che finora aveva sempre incanalato nello sport.
Da qualche giorno ha iniziato a soffrire di attacchi di Ansia e malessere diffuso per tutta la giornata. Lui fa fatica a spiegare le ragioni di questo stato, ma dovrebbero essere queste: stress sul lavoro (è l’ unico a svolgere la sua mansione) e voglia di cambiarlo ma paura di affrontare il nuovo, voglia di starmi più vicino (anche nell’ ottica di venire a vivere da me) ma teme l’ idea di allontanarsi da sua madre a cui è legatissimo, è un’ atleta e ultimamente si è dovuto scontrare con dei dolori fisici che l’ hanno fermato. Lui ha sempre voluto conciliare tutto: famiglia, me, lavoro, allenamenti, e forse adesso qualcosa è esploso dentro di lui e generandogli quest’ Ansia che gli porta tremori, oppressione alla testa, tachicardia, crisi di pianto, e ovviamente umore sotto le scarpe. In più ha la fobia che questi malesseri non spariscano più ;, che sia costretto a conviverci per sempre, mi ha confidato di aver avuto paura di impazzire. . .
Io sono preoccupata perché questo stato ovviamente (non sapere mai come si sveglierà ;, vederlo piangere dal niente, vederlo dare un’ importanza eccessiva a ogni a ogni piccolo malessere, vedere che non riesce più a godersi una giornata insieme perché poi sta male) sta gettando nello sconforto anche me. Ho provato a rassicurarlo in vari modi ma per ora senza risultati.
Come posso aiutarlo?

Risposta del 18 dicembre 2014

Risposta a cura di:
Dott. MARCO PAOLEMILI


Il suo ragazzo ha bisogno dell'aiuto di un professionista. Periodi di stress e preoccupazioni possono portare a stati di Ansia e di umore depresso che vanno affrontati affinchè non peggiorino. E'bene dunque fare un colloquio con uno psichiatra, che valutare che tipo di terapia sia più adeguata per lui: può essere necessaria una psicoterapia, o una terapia farmacologica o entrambe. Non è un problema irrisolvibile, vedrà che il suo ragazzo tornerà a stare bene.

Dott. Marco Paolemili
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Ricercatore
Psicoterapia
Specialista in Psichiatria
Roma (RM)
Risposta del 19 dicembre 2014

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA LETIZIA PRIMO


convinca il suo fidanzato ad effettuare dei colloqui da uno psicologo e non faccia la crocerossina. Ci vuole in esperto
buona giornata

Dott. Ssa Maria Letizia Primo
Specialista attività privata
Specialista in Medicina legale
Specialista in Psichiatria
Specialista in Scienza dell'alimentazione
Torino (TO)

Ultime risposte di Mente e cervello




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube